15 giorni

La mia vita è cambiata realmente nel giro di 15 giorni, più o meno, e tutto è successo per caso.

Ho ricevuto una lettera come molti ricevono: la convocazione per i seggi elettorali, come del resto capitava già da qualche anno; e proprio per questo avevo deciso che stavolta non volevo andare, perché “quel” week end avrei potuto e voluto fare altro, andare al mare o a fare una gita, con il clima già caldo ma non ancora afoso di un qualunque fine settimana di giugno… di dieci anni fa.

Mi sarei preparata: costume, jeans, top e sandali, poco trucco e via in sella alla moto del ragazzo con cui stavo già da qualche tempo.

E invece il senso civico, o forse altro, ha prevalso.

Quel finesettimana ho incrociato IL MIO BIVIO, quello che o a destra o a manca, avrei comunque fatto la scelta che avrebbe fatto la differenza.

Ho scelto l’incerto per il certo.

Ho messo da parte la sicurezza di un rapporto maturo per scegliere qualcosa di non definito. Ho dato retta all’istinto.

Alla pancia.

Al cuore.

Alla pelle.

I 15 giorni successivi ho rivoluzionato la mia vita,eh si lo so, anche quella di altri, me ne rendo conto, ma … non potevo fare altrimenti.

Oggi a distanza di 10 anni mi volto indietro, giusto per sbirciare, per ricordare comunque chi ero, non per rimpiangere, e non per immaginare chi sarei potuta essere, perché col senno del poi mi rendo conto che le scelte ragionate hanno un senso, quelle istintive danno un senso alla tua direzione.

 

∀lieRadi©i

Foto 18-11-14 00 25 11