3 aspetti importanti dell’ascoltare musica

Con la nostra psicologa scopriamo 3 aspetti importanti dell’ascoltare musica: il perché la utilizziamo per comunicare e perchè ci fa sentire bene.

La musica è una legge morale: essa dà un’anima all’universo, le ali al pensiero, uno slancio all’immaginazione, un fascino alla tristezza, un impulso alla gaiezza e la vita a tutte le cose.
(Platone)

Uso queste parole di Platone perché racchiudono 3 aspetti importanti di cui ti voglio parlare in questo post:

1. Usiamo la musica per comunicare

2. Usiamo la musica per sentire, intendendo il “sentire emotivo”.

3. Usiamo la musica per stare bene e quando stiamo bene per stare ancora meglio.

Prima di tutto mi ha fatto effetto che parole così antiche siano ancora tanto attuali. Platone, che è vissuto tra il 400 e il 300 avanti Cristo ha saputo formulare una definizione della musica che ancora ci appartiene.

Perché?

Curiosando alcuni scritti di musicoterapia emerge come l’uomo abbia cercato sin da epoche primitive, ce lo racconterebbero i reperti archeologici dove sono presenti strumenti musicali, di stare bene, di alleviare le sofferenza attraverso la musica.

Ecco svelato il mistero: fare musica è un linguaggio in qualche modo presente nella natura umana, per esprimersi, perché fa stare bene.

Torniamo ai 3 aspetti citati in apertura:

1. Usiamo la musica per comunicare.

Chi compone musica ci comunica attraverso le note e le parole un messaggio e delle emozioni.

Permette all’autore di trovare molti destinatari, di esternare i propri sentimenti e veicolarli verso gli altri.

Di più.

Permette anche a un qualunque ascoltatore di utilizzare quel brano musicale per comunicare un suo sentire affine, magari dedicando quella canzone a una persona.

Le raccolte musicali personali che ascoltiamo più spesso raccontano moltissimo di noi. Le caratteristiche della nostra personalità, il tono emotivo prevalente.

2. Usiamo la musica per sentire, intendendo il “sentire emotivo”.

La musica ci fa provare emozioni, questo è innegabile. Anche quando non pensiamo di provare un certo moto emotivo, l’ascolto di certi brani può smuovere dentro qualcosa e aprire un varco tra i nostri sentimenti, permettendoci di ascoltare meglio come stiamo, di assumere anche maggiore consapevolezza di ciò che proviamo.

Non a caso la musica ha assunto un ruolo importantissimo anche in specifici settori di terapia psicologica. Permettendo di entrare in migliore relazione con le proprie emozioni.

3. Usiamo la musica per stare bene e quando stiamo bene per stare ancora meglio.

La musica ci fa stare bene, ascoltare i nostri brani preferiti ci migliore l’umore e di conseguenza le giornate possono assumere un tono più positivo perché andiamo ad affrontarle con un atteggiamento emotivo più rosa.

Qualunque sia la nostra emozione possiamo trovare un brano musicale che ci può accompagnare. Possiamo trovare una musica arrabbiata, una musica triste, una musica rilassante etc.

I brani musicali ci possono accompagnare con lo stesso tono emotivo aiutandoci a sciogliere ciò che proviamo.

Possiamo anche scegliere di tuffarci in brani gioiosi o molto ritmati che ci regalino momenti di sfogo e in qualche modo però hanno il pregio di ricaricarci.

La musica ha dunque un grande valore terapeutico.

Qual’è la tua canzone preferita?