5 libri che mi regalerò a Natale

Quest’anno sarò molto egoista.

E’ stato un anno faticoso e ricco di emozioni. A causa della grandissima sonnolenza dovuta alla gravidanza e dell’estrema stanchezza sono riuscita a leggere pochissimo e questo per me implica un sottofondo d’inquietudine e malessere costante.

Posso perdermi tutte le serie TV più in voga del momento senza battere ciglio, anzi se mi portassero via la televisione forse nemmeno me ne accorgerei, posso anche rinunciare alla mia uncinettata serale ma per rinunciare alla lettura devo essere veramente distrutta. È questa volta la pancia mi ha seriamente provato, nove mesi di letargia. Appena accennavo a stendermi gli occhi si chiudevano,  il devastante effetto Ciccio Bello mi ha colpito senza pietà.

 

Quindi visto che ho sofferto tanto (vogliamo parlare del caldo che mi sono ciucciata quest’estate con il panzone di 7 mesi?) ho deciso che per questo Natale mi sono meritata una bella scorta di libri succosi.

  1. The shawl project. Questi li ho scoperti da poco anche se conoscevo le autrici già da diverso tempo, Joanne Scrace eKat Goldin. Due pubblicazioni dedicate a vere appassionate di uncinetto ma soprattutto di scialli. Questi due volumi mi incuriosiscono da tempo perché contengono  diversi schemi interessanti ed originali che vorrei provare a replicare.
  2. The Shawl Project: Book Two

The Shawl Project: Book One

 

 

https://www.etsy.com/it/shop/TheCrochetProj

2. La costola di Adamo. Il secondo libro della serie del vicequestore Rocco Schiavone di Antonio Manzini. Il primo ve lo avevo già consigliato questa estate in questo post. Rocco è un potente antistress ed in questo momento lo reputo fondamentale per evadere dalla quotidiana routine di neo bismamma. Un bel giallo italiano che non delude.

La costola di Adamo

3. Agatha Raisin e il caso del curioso curato. Ho perso il conto, non so più quanti libri ho letto della Beaton. Agatha è un personaggio divertente e le sue avventure sono uno spasso, lettura ideale per sciacquare il cervello dalla stanchezza ed immergersi nel favoloso scenario delle Cotswold.

agatha raisin

4.A Brief History of Seven Killings. Un bel romanzo pulp di Marlon James è quello che ci vuole. Vincitore del Man Booker Prize di quest’anno, il romanzo pare essere veramente esaltate ed io non vedo l’ora di esaltarmi nella meravigliosa cornice jamaicana.

Marlon james

5. Il terzo Reich. Roberto Bolaño è in assoluto il mio scrittore preferito. Ad oggi non  ho trovato nessuno che possa eguagliarlo. Per me lui è lo Scrittore con la S maiuscola e ogni anno mi dedico alla lettura di uno dei suoi romanzi. Una grande perdita per l’umanità ma per fortuna il suo genio sopravvive grazie alle sue opere.

roberto bolano

 

Il regalo più bello che potete farvi per Natale è sicuramente un libro. Volersi bene è anche questo, svegliate le vostre cellule neurali dal torpore e acquistate un po’ di cibo per la mente.

Buone feste