Alla scoperta di Globo Giocattoli

Leo: “Mamma ma dove andiamo?”
“In una fiera di giocattoli”
“E c’è anche il mare?”
“No amore, ma ti piacerà lo stesso”

Sabato mattina abbiamo ricevuto un graditissimo invito da Globo Giocattoli per fiera G come Giocare, e siamo andati tutti e quattro a conoscere la realtà di questa azienda e “testare” di persona alcuni dei suoi meravigliosi giocattoli.

unnamed-5

Abbiamo così potuto trasformare una piovosa giornata di Novembre in una di quelle da che i bambini ricorderanno a lungo.

Globo Giocattoli è un’azienda leader del settore del giocattolo, con 12.000.000 di giocattoli venduti all’anno.

Impossibile non conoscere qualcuno dei tanti brand che distribuisce Globo Giocattoli, dal brand per la prima infanzia, Vitamina G, a brand come Legnoland, la fantastica linea di giochi in legno, o Sbelletti, la linea per le prime vanità delle bambine, passando per Kidea, la linea per i piccoli artisti  e Spidko, la linea per macchinine da corsa per tutti i gusti, anche quelli dei papà.

unnamed-14

Questi sono solo alcuni dei brand di Globo Giocattoli, tanti altri li potete trovare sul sito, che merita sicuramente di essere salvato tra i preferiti, in occasione dello shopping Natalizio.

unnamed-12

I giochi di Globo Giocattoli hanno prezzi davvero competitivi ma l’attenzione per la Qualità e la Sicurezza del prodotto non viene mai meno ed è fondamentale per l’azienda.

Dalla scelta delle materie prima alla resistenza del giocattolo, tutto è  curato attentamente tanto che il loro claim è “100% divertenti, 100% sicuri”.

Tra tutti i giocattoli, quelli per i quali ho sempre avuto un debole da quando sono mamma, sono i giochi di legno.

Ho sempre considerato il legno un materiale caldo e vivo, a differenza della plastica, che non ha anima.

unnamed-8

Da piccola usavo gli scarti delle lavorazioni del legno della falegnameria di mio zio per costruire castelli, ci disegnavo sopra per crearmi principesse e principi e giocavo per ore.

Anche quando ero in Abruzzo dai nonni, facevo la posta al falegname del paese, finché non mi forniva “gli arredi” che mi servivano per le case delle bambole.

unnamed-7

All’epoca, i giochi di legno erano considerati démodé ed erano erano preferiti quelli in plastica.

Negli ultimi anni c’è stato un recupero di questo materiale per le attività ludiche dei bambini proprio per le sue capacità di stimolazione sensoriale.

Io penso che i bimbi siano in modo molto naturale attirati dal legno, basta vedere come, se portati in campagna, abbandonano qualsiasi giocattolo per il primo bastoncino di legno che trovano.

Ai miei bimbi da sempre ho comprato giochi di legno, che, oltre a stimolare la manualità e la creatività, soddisfano anche i miei gusti dal punto di vista estetico e quindi hanno il vantaggio di “arredare” alla perfezione la cameretta.

La filosofia della linea Legnoland è che un giocattolo è al 10% giocattolo e 90% bambino, proprio perché col gioco di legno il bambino si mette davvero in gioco con la creatività e l’inventiva  ed esprime la propria personalità.

Allo stand di Globo Giocattoli abbiamo avuto modo di valutare la qualità dei giochi in legno, i materiali e i colori utilizzati.

In un mondo che va veloce, Legnoland si propone di essere “il giocattolo lento”, quello dell’inventiva e dell’abilità messe in gioco, letteralmente.

Senza effetti speciali e tecnologia, il bambino può ritrovare l’essenza del giocattolo puro.

Tutto questo con la solita garanzia di qualità e sicurezza che contraddistingue Globo e soprattutto a prezzi assolutamente competitivi.

Spesso infatti, il giocattolo in legno è molto caro.

Invece i prezzi di Legnoland sono assolutamente vantaggiosi.

Per esempio, la bicicletta senza pedali è tra le più economiche della sua categoria.

Anche la pista in legno col trenino ha prezzi decisamente competitivi.

I prodotti Legnoland si possono trovare facilmente nella grande distribuzione, nei grandi Supermercati, oltre che naturalmente On Line sul sito.

E così, nella nostra letterina per Babbo Natale è già finito il Galeone dei Pirati.

Ecco qualche immagine dei miei piccoli testatori di giocattoli allo stand di Globo Giocattoli

Mamma, che bella è Milano, anche se non c’è il mare