Anatomia di una mamma

Il cervello di una mamma pensa tanto, pensa troppo.
Immagazzina il maggior numero di ricordi perchè non gli bastano computer e foto.
A volte la memoria non lo assiste, a volte ha bisogno di un aiuto.
Ma il cervello di una mamma una soluzione la trova, sempre!

Gli occhi di una mamma vedono tutto, vedono oltre.
Fotografano ogni gesto, ogni sorriso, ogni sguardo.
Sono luminosi e pieni, sanno piangere senza vergogna.

Le orecchie di una mamma ascoltano bene e sentono meglio.
La prima risata, la prima parola.E da quel momento riconoscono la voce dei propri figli fra mille.
E si ciberanno di tutte le frasi, i perchè, i pianti e le confidenze che verranno.

I polmoni di una mamma donano ossigeno.
Si riempiono di profumi, respirano l’odore di latte e di capelli appena lavati.
Espirano calore sulle manine fredde in inverno. Soffiano aria fresca sulle ginocchia sbucciate.

Il cuore di una mamma batte di più e non smette mai di farlo.
I figli nella pancia ne sentono il ritmo. I figli nati ne sentono il calore.
Il cuore di una mamma riesce a contenere un amore smisurato per tutti i suoi figli. Non si divide mai, ma si moltiplica

I muscoli di una mamma sono forti e generosi.
Sorreggono la pancia e cullano per ore.
Camminano, corrono, fanno volare e non fanno cadere.

Il corpo di una mamma è un miracolo, come il piccolo corpo che crea dentro di sè.