Che la magia abbia inizio!

Sopravviveremo alla routine mattutina in versione natalizia?!

E’ arrivato! Come tutti gli anni, implacabile e anche un bel po’ desiderato. Il primo dicembre porta con se moltissime emozioni: l’avvicinarsi del Natale, l’inizio del countdown; sensazioni, profumi e musiche che riportano alla mente giornate d’infanzia.

E fin qui sembra tutto bellissimo.

E in realtà lo è.

Peccato che noi, genitori generazione 2.0, vogliamo un po’ strafare. E così il calendario dell’avvento di cartone con i cioccolatini, quello così carino, e soprattutto così già “bell’e pronto” viene sostituito da improbabili opere artistiche difficili da realizzare.

E va tutto bene se sei una mamma che include nel proprio vocabolario parole come: crafty, handmade, handcrafted o similari.

Ecco, avete presente?!? Bene, dimenticatevi quell’immagine. Ho dato prova di non essere esattamente all’altezza proprio recentemente, anche se giuro di essermi impegnata molto.

Così a casa nostra è nata da qualche anno una nuova tradizione. No, non è l’elf on the shelf! Sono sincera, mi richiederebbe troppo sforzo. Ma sempre di elfi si tratta.

Per tutto il periodo dell’avvento a casa nostra arrivano gli elfi o i folletti di Babbo Natale che dir si voglia!! Un grande via vai! Il primo viene a farci visita giusto a inizio dicembre.

Albero di Natale

Il suo compito è quello di ritirare la lettera scritta per Babbo Natale e lasciare una bustina o un sacchettino con una sorpresa: un dolce, un piccolo gioco, delle figurine, un bigliettino con dei buoni per attività da svolgere con mamma e papà.

Tutto questo genera confusione nella suddetta mamma che deve mettersi un alert sul telefono per ricordarsi di “fare l’elfo” e non ridursi a comprare caramelle al bar o confetti cioccolatosi nella macchinetta dell’ufficio.

Ma provoca anche estrema felicità negli occhi furbetti del piccolo di casa, che ripete per 24 mattine il rituale dell’apertura di un regalino.

Inverno Prenatal

Eviterei di parlare della notevole dilatazione dei tempi di preparazione mattutina. Alla solita routine si aggiungono lo stupore, la meraviglia, l’apertura della bustina e ovviamente il tempo del gioco.

Stamattina abbiamo speso anche un po’ più di tempo per fare una prova di un possibile outfit natalizio; Massimo voleva farsi bello per l’arrivo del folletto. Il test lo abbiamo superato a pieni voti. Merito di Prénatal che con la collezione autunno/inverno 2016 accontenta tutti: le mamme amanti dello stile e di certi piccoli dettagli e i bambini che non rinunciano certo alla comodità.

Abbigliamento Prenatal

Ovviamente siamo entrati a scuola per ultimi, ma l’entusiasmo di mio figlio sprigionato nel raccontare dell’elfo ai suoi amici del cuore è decisamente impagabile e vale tutti gli “svelto” e “siamo in ritardo” del mondo!

Prenatal autunno inverno

Ma… e le bretelle dove sono finite??!!

Inverno con Prenatal

E visto che a breve saremo tutte in ritardo per acquistare i regali di Natale vi ricordo che con la Prénatal Vip Club Card avete diritto allo sconto del 30% sugli acquisti per un anno intero.