Cinque ragioni per andare a Bellaria Igea Marina

Ammetto di aver avuto molti preconcetti sulla Romagna.

Nel mio immaginario le vacanze sulla Riviera Romagnola erano riservate a mandrie di diciottenni alla prima esperienza fuori casa e turisti teutonici birramuniti in sandalo col calzino.

Poi è successo che per una serie di eventi fortuiti, in un giovedì qualsiasi di routine lavorativa, incontro virtualmente la mitica Sabina di Bellaria Igea Marina, che mi invita ad un blog tour che era letteralmente iniziato “ieri”. Beh, io a fare la valigia sono sempre pronta. Ci siamo piaciute subito e con qualche aggiustamento qui e lì, abbiamo deciso di aggiungerci al Blog tour in corso, gentilmente adattato alle nostre esigenze dopo due telefonate.

Giovedì sera eravamo in viaggio, destinazione Bellaria Igea Marina, pronti a scoprire l’ospitalità e le opportunità formato famiglia di questo pezzo di Riviera Romagnola.

Avete presente quello che si dice sui Romagnoli? Sapete cosa ho scoperto? Che è tutto vero!

Abbiamo passato un Week End meraviglioso, rilassante, divertente. Ci siamo sentiti a casa e proverò rendere in queste righe la sensazione di “sentirsi accolti tra amici” che abbiamo provato.

Bellaria Igea Marina

Vi lascio quindi un elenco dei miei cinque motivi per scegliere Bellaria Igea Marina per una vacanza, cercando di trasmettere tutto il bello di questa breve ma fantastica esperienza.

  • Perché è una vacanza tra amici

Tra le cose che abbiamo apprezzato di più, come spiegavo, c’è stata quella di sentirsi davvero “accolti”. Siamo state ospiti di dell’Hotel Souvenir, un Family Hotel, piccolino, accogliente e gestito magistralmente dalla proprietaria Barbara, che nonostante sia sempre indaffaratissima e corra come un Eurostar, trova il tempo offrire un prosecco e sedersi al tavolo con gli ospiti (perché no, non lo fa solo con le blogger “raccomandate”, ma con tutti).

Non basta il sole e il mare per fare vero turismo, l’accoglienza turistica parte dalla mentalità della gente e sicuro il successo della formula Romagnola è un  savoir faire che arriva da considerare il turista come un amico da accogliere.

Gli Hotel sono molto spesso a conduzione familiare, il che rende tutto a dimensione umana, soprattutto se si viaggia coi bimbi. Ma lo stesso spirito lo si trova nei bar, negli stabilimenti e per la strada.

  • Perché si fa vita da spiaggia

Inutile negarlo, in Romagna il mare non è quello del Salento o quello della Sardegna. Ma in spiaggia è impossibile annoiarsi. Ci sono attività per tutti i gusti e per tutte le età, in ogni spiaggia ci sono giochi per bambini, animazione e bar, tutto all’insegna del buonumore (vedi punto Uno).

  • Perché si mangia benissimo

    Ok. Questo punto è un po’ scontato.  Non ve lo devo dire io che in Romagna si mangia bene. Ma ve lo ribadisco, ci tengo proprio. La cucina è così intrinsecamente legata alla cultura romagnola che non vi capiterà di mangiare male nemmeno se vi impegnate. Noi abbiamo imparato anche a fare la Piadina, i bimbi hanno messo le mani in pasta e abbiamo mangiato le piadine fatte da noi. In fondo al post vi lascio invece la ricetta della cuoca del nostro Hotel. Una cuoca sopraffina, ovviamente.

  • Perché si va piano e in relax.

    La rivera Romagnola è famosa in realtà per la movida notturna, ma i ritmi diurni sono calmi e rilassati, a misura di famiglia davvero. Ricorderò molte cose di questo week end ma tra tutte la bellezza e la sensazione di girare in bicicletta in piena libertà non la dimenticherò. Ho fatto il pieno di quella sensazione così estiva che non provavo da quando ero bambina. Io vivo in collina e da me la bicicletta non si usa (è tutto un saliscendi) e questo bighellonare senza fatica, col vento tra i capelli e l’allegria dei bambini sistemati dietro è stata nella sua semplicità una delle cose più divertenti che abbiamo fatto. A Bellaria Igea Marina c’è anche un parco, il parco del Gelso, che da girare in bicicletta è fantastico. Potrete trovare refrigerio per le giornate più calde e un buon profumo di pino.

  • Perché non c’è solo il mare!

    Ci sono mille possibilità di esperienze da fare coi bambini. Noi abbiamo visitato il Museo della conchiglia, siamo andati a fare le piadine e a visitare le cantine, siamo andati a cavallo e a visitare un orto sinergico. Abbiamo degustato prodotti locali e rievocato lo sbarco dei saraceni in costumi d’epoca. Il tutto il due giorni. Cosa si potrebbe fare in due settimane?

 

Come promesso vi lascio la ricetta della Piadina dell’Hotel Souvenir, e vi assicuro che da fare è facilissima e che è a prova di bambino e di papà.

E se assaggiandola vi viene voglia di partire per Bellaria Igea Marina, date pure la colpa a me!

Piadina Romagnola

1/2 Kg di farina 0

1/2 Kg di farina 00

160 g di strutto sciolto (oppure Olio di Oliva per la versione light)

2 cucchiai rasi di sale

1 cucchiaio raso di bicarbonato

q.b. acqua tiepida

Impastare e fare delle palline che andranno stese col mattarello e cotte in padella

 

Le foto ufficiali, quelle che vedete col logo, sono della bravissima Alessia Bocchini

Ecco qualche link utile per una vacanza super a Bellaria Igea Marina

Per tutte le info http://www.bellariaigeamarina.org/

Per l’ospitalità :https://www.turismhotels.it/

Per imparare a fare le Piadine: http://www.collinadeipoeti.it/

Per andare a cavallo e riscoprire le colture antiche: Il cavallino azzurro