Come creare ricordi perfetti per il back to school

Di ricordi, fotografie e acquisti

Prendere in mano la fotografia del mio primo giorno di scuola mi ha catapultato indietro di trent’anni, esattamente a quella mattina.

La foto mi fu scattata dal mio vicino di casa.

Io e suo figlio Mario, mio inseparabile compagno di giochi, io col grembiulino bianco, lui col grembiulino nero, eravamo in giardino, pronti a iniziare la nostra nuova avventura da Primigini.

Ricordo il peso della cartella nuova sulle spalle, la rigidità del cuoio e il rumore che faceva la chiusura, provata e riprovata nei giorni precedenti, i quaderni intonsi, il profumo di nuovo, la trepidazione di quei momenti.

Mi accompagnò mia nonna, io frequentai una piccola scuola di campagna, in una pluriclasse, per cui venimmo accolti dai bimbi di quinta e travolti dal loro entusiasmo e così iniziò per me un periodo della mia infanzia che ricordo come meraviglioso.

La foto del primo giorno di scuola, così carica di emozioni, è un ricordo di quelli che non possono mancare dall’album dei ricordi dei nostri figli.

11825143_10206032456963017_5419373098404833_n
Ecco Petitmati pronta per la Prima

 

 

Come creare un ricordo perfetto attraverso uno smartphone

11903902_10207823651060115_8556074584909422474_n
La nostra Mamymamy83 pronta per la scuola

 

Sono dell’idea che la foto deve essere molto naturale e non c’è sicuro bisogno di avere strumenti professionali e luci perfette per poter conservare un ricordo bellissimo, anzi, le imperfezioni rendono unica e preziosa negli anni una fotografia.

Ci sono però delle piccole accortezze che potete utilizzare per avere un’ottima fotografia da conservare o da incorniciare, anche se scattate con il vostro smartphone.

Innanzitutto privilegiate una luce naturale: meglio fare la foto appena fuori casa o piuttosto sul balcone. Sembra banale, ma le foto fatte in casa con poca luce o con luce artificiale sembrano inizialmente belle, una volta scaricate su un pc o fatte stampare si rivelano poi di bassissima qualità.

Scegliete lo sfondo, l’ideale sarebbe un bel muro bianco oppure del verde. Spesso ci si focalizza sul soggetto e ci si accorge tardi di quel cassonetto sullo sfondo, oppure del cartello stradale.

Usate la fotocamera nativa del telefono (assolutamente da evitare quella di Instagram, per esempio) oppure, ancora meglio, quella di alcune app che la migliorano (io adoro quella di Camera+, che ha addirittura lo stabilizzatore e il macro)

Attenzione alla luce, mettete il fuoco sul volto dei vostri scolaretti. Qui potete trovare qualche trucchetto su come fare.

Abbassatevi per scattare, bisogna sempre essere all’altezza del vostro soggetto, in tutti i sensi.

Mettete a vostro agio il bambino, magari distraetelo nel momento dello scatto, senza pretendere pose innaturali. Caricare di troppe aspettative il momento della foto può rivelarsi controproducente per i nostri piccoli Bastian Contrari che potrebbero sfoggiare un broncio a imperitura memoria della loro caratterino determinato a contraddirci.

Fate tanti scatti, potrete eliminare in un secondo tempo quelli di troppo, ma quel momento non torna più, quindi abbondate pure: soggetto intero, mezzo busto, solo il volto, qualche dettaglio: rivedere per esempio la mia cartella con il cane verde, che quasi non ricordavo più, mi ha sciolto in un mare di dolcezza di Leopardiana memoria.

lollo
Ed ecco il mio Lorenzo in grembiule

 

 

11822727_10207083325583568_7157017245585035764_n
E questa bimba la riconoscete? E’ Cescar76 in fiocco e grembiule
E questa la nostra Speedymom, bella come sempre
E questa la nostra Speedymom, bella come sempre

Come creare un momento perfetto insieme ai nostri bimbi prima del “Back to school”

 

Ricordo che i giorni che precedevano l’inizio della scuola erano i giorni deputati all’acquisto della nuova cartoleria ed erano secondi solo al Natale per la fibrillazione che mi procuravano.

Si andava alla Standa, che ora non esiste più.

C’era la Scala mobile e per me già quello valeva il viaggio.

E poi pile di quaderni da scegliere, astucci, penne e matite da temperare e da preparare ordinatamente in cartella, nella religiosa attesa del primo giorno di scuola.

Tempo un mese e i miei propositi di ordine e precisione naufragavano miseramente.

Oggi i tempi sono cambiati e anche il modo di acquistare: io acquisto quasi esclusivamente online, risparmiando tempo e denaro.

Il mio bambino più grande è già bravissimo a scegliere da pc o tablet ciò che più gli piace e insieme scegliamo vestiti e giochi e a breve (sigh) anche il materiale scolastico.

E proprio in occasione del rientro a scuola, Privalia, uno dei miei siti preferiti per gli acquisti, ha pensato ad una promozione per noi mamme da non lasciarsi scappare per il #Privaliabacktoschool

Fino al 15 settembre, dopo il primo acquisto effettuato all’interno di una delle campagne Back To School della sezione Baby & Kids, si riceverà il 20% di sconto (con un carrello minimo di 40 euro) sugli acquisti successivi, all’interno di altre campagne Back to School che saranno contrassegnate dal bollino speciale.

 

Una buona occasione di risparmio sui prezzi senza rinunciare alla ottima qualità dei prodotti che contraddistingue le campagne Privalia.

Io e Lorenzo abbiamo già iniziato i nostri acquisti sul #Privaliabacktoschool, lui ha scelto per il rientro in classe di vestirsi così:

Maglietta di Masha e Orso

Pantaloni sportivi Geographical Norway Expedition

Sneaker Catimini

e io non potevo far altro che approvare, ha buon gusto il ragazzo…

Acquistare su Privalia è semplice e veloce e ricevere il pacco è sempre una festa.

Creare un momento per scegliere vestiti e cartoleria per il rientro a scuola con i nostri bimbi, comodamente seduti sul divano e poi attendere il corriere e aprire insieme il pacco sarà un bel ricordo da consegnare ai nostri piccoli scolari, prezioso come una bella fotografia e significativo dei nostri tempi.

 

Questo post è offerto da Privalia

Privalia Back to school