Come trasformare la cameretta quando arriva un fratellino

A fine estate arriverà il tanto atteso fratellino di Matilde e tra non molto dovrò iniziare a trasformare la sua cameretta per creare uno spazio adatto sia a lei che al piccolo Federico.

Attualmente la camera di Matilde è dipinta di rosa e di grigio con i mobili bianchi, ho il lettino Kritter di Ikea per lei e avevo trasformato quello con le sbarre di Foppapedretti in divanetto con la speranza di riutilizzarlo a breve. Essendo in arrivo un maschietto ho deciso di giocare con i colori per rendere l’ambiente neutro perciò le pareti saranno dipinte interamente di grigio cenere chiaro dato che mi piace molto come tonalità e il soffitto bianco, giocherò con i tessuti e gli accessori per personalizzare maggiormente i loro spazi. Ho visto da Zara Home Kids queste belle tende bianche con stelline grigie e cercherò un tappeto e dei copriletti sempre sul bianco e grigio, lenzuoli e cuscini saranno invece a fantasia più classicamente “femminili e maschili” con fiori, fatine e farfalle e robot, astronavi e macchinine.

Una bella idea può anche essere invece di dipingere le pareti di colore diverso, non per forza i classici rosa e azzurro ma anche giallo e verde, in modo da delimitare al primo impatto i due ambienti nella stessa stanza, soprattutto se c’è la possibilità di mettere due letti singoli nella camera, come vedete qui ad esempio.

Per qualche anno l’arredamento non subirà grosse modifiche, ma tra circa tre/quattro anni dovrò sicuramente scegliere una soluzione più adeguata alla loro età. Matilde già ora mi chiede il letto a castello (grazie al letto dei fratellini Peppa e George) ma ricordo che anch’io da piccola lo desideravo tanto!

camerette per due

Sul mercato ci sono moltissime soluzioni per camerette che necessitano di due (o più lettini), c’è solo da scegliere in base alla pianta della camera in questione.

La scelta del tipo di letto è la più importante per ottimizzare lo spazio, il mercato offre molte idee:

  • a castello

  • a ponte

  • a soppalco

  • a scomparsa

  • scorrevole

  • contenitore

Se la metratura lo consente si possono scegliere due letti singoli, magari contenitori visto che lo spazio non è mai abbastanza, oppure due letti a soppalco con sotto la scrivania, quest’ultima soluzione a mio parere necessita di un’ampia metratura per evitare l’effetto “soffoco”, tipo questa. Per metrature più modeste invece sceglierei assolutamente letti a castello o a ponte, con una soluzione a ponte i letti possono anche essere disposti in modo sfalsato così da creare un ambiente più dinamico e meno scontato. Quando lo spazio è davvero minimo si può invece optare per pareti attrezzate e letti a scomparsa, i letti possono essere a scomparsa anche in modo scorrevole uno sotto l’altro e con la possibilità di un terzo letto per ospitare un amichetto.

Personalmente ho sempre amato il classico letto a castello per creare ad esempio una cameretta come questa , però è molto stimolante anche una soluzione più moderna come questa.  Quando arriverà il momento di cambiare completamente l’arredamento coinvolgerò direttamente gli interessati e troveremo la soluzione di loro gradimento in base alle diverse esigenze.

camerette per due

Essendo cresciuta in camera con mio fratello in modo non molto armonioso poiché di carattere decisamente differenti, mi rendo conto che la cosa fondamentale è che i miei figli abbiano sì il loro spazio ma anche un buon rapporto naturalmente e come ogni madre me lo auguro di cuore a prescindere dai mobili che li circonderanno. Ma ritengo importante che nell’impossibilità di avere due stanze separate ognuno possa comunque godere del proprio piccolo regno, farò il possibile affinchè abbiano una zona gioco e in futuro una zona studio senza dover rinunciare ad un po’ di giusta privacy.

Vi saluto come sempre lasciandovi trovare un po’ di ispirazione nella mia board di Pinterest e con qualche utile link:

 

camerette per due