Congelamento e porzionamento

Siamo tutte mamme, ergo: abbiamo bisogno di semplificarci la vita!

Sia che abbiamo un lavoro fuori casa, sia che ci arrabbattiamo tra casalinghitudine, figli e lavoretti vari, è fondamentale sapersi organizzare.

Per chi di noi lavora fuori casa o anche semplicemente per chi non abita sopra il supermercato, ci sono dei piccoli accorgimenti in grado di rendere la preparazione dei pasti più semplice e veloce (e quindi diminuire lo stress).

Partiamo dal presupposto che il congelatore è un amico fidato, perché ci permette di non dover far la spesa ogni giorno (cosa non sempre semplice per i motivi di cui sopra): questo non significa che dovete congelare tutto ciò che comprate o che passa per casa, anzi.
Congelamento responsabile, assolutamente!

Il primo passo da attuare, abbiamo visto, è quello di stilare un menù settimanale. Potete seguire il nostro, riadattarlo o farne uno ex-novo, ma è un’ottima base da cui partire.

Una volta fissato il menù, sapete più o meno cosa consumerete durante la settimana e quindi potrete andare a fare la spesa risparmiando.

A questo punto avete fissato cosa mangerete e avete acquistato gli ingredienti. Nell’ottica di risparmiare, avrete acquistato in anticipo le cose che vi serviranno durante la settimana e alcune andranno sicuramente congelate.

Avete trovato il macinato bello e in superofferta e lo avete comprato anche se nel vostro menù non avete nulla che lo contempli, logico!
Il pesce fresco era a prezzo scontato e vi siete fatte fare i filetti, ovvio!
E così via.

Offerte a parte, ci saranno cose che sapete che non utilizzerete in giorno dopo: è meglio congelarle e ancora meglio se in porzioni. Attenzione: per porzioni non intendo esattamente il quantitativo per un singolo, ma piuttosto una divisione che, da sola o in più parti, permetta di realizzare un pasto per la famiglia.

Facciamo un esempio: per realizzare un polpettone o anche delle polpette per una famiglia di quattro persone (i miei figli mangiano come noi, in termini di quantità), io considero circa 400g di macinato, quindi divido la quantità acquistata in pezzature di quel peso.
Analogo discorso lo faccio con gli arrosti (quando non mi è possibile prenderne uno del peso giusto).
Per lo spezzatino, preferisco scegliere il pezzo intero (è più facile valutarne la freschezza e la qualità): in questo modo posso tagliarlo della grandezza più comoda per i miei figli e dividerlo in sacchetti da 400-500g.

Se pensate di coprire anche altre esigenze, tipo amici a cena (che, ovvio, non avevate preventivato stilando il menù), fatevi bustine da metà quantità da usare se necessario.

Per i filetti di pesce, di solito, non faccio bustine porzionate: li arrotolo e li metto in un vassoio in congelatore; quando sono congelati li stacco dal vassoio e li metto in una busta grande. Al momento di scongelarli valuterò visivamente quanti me ne serviranno e li scongelerò.

Il petto di pollo, invece, non lo compro mai a fette. Comprandolo intero si risparmia parecchio e disossarlo è facilissimo (ha un solo osso a forma di Y). In genere lo divido in due e lo congelo su vassoi di plastica (sono ottimi quelli per i semifreddi); quando sono congelati li stacco e li metto in una busta grande.
Al momento di scongelarli, in base alla grandezza, scelgo la quantità. In genere li taglio a fette quando non sono ancora del tutto scongelati: questo fa sì che il coltello abbia meno possibilità di scivolare e di conseguenza io abbia meno possibilità di tagliarmi! 😉

Un’altra cosa che in genere trovo molto comodo congelare è la pancetta a cubetti. Sia che si compri già tagliata che la si compri intera (e ovviamente si tagli a dadini), congelarla è una grande comodità: ci garantisce di averla e ci preserva dalla possibilità che si rovini (del resto non è esattamente una cosa che usiamo tutti i giorni, no?).
Io la metto in una bella busta di quelle con la barra sigillante e si mantiene che è una meraviglia. Al momento dell’uso basta prendere solo la quantità che ci serve!

Altra cosa che conviene congelare, porzionata, è la verdura a foglia: si sbollenta (attenzione: non si deve mai cuocere del tutto, basta un bollore!), si fredda sotto l’acqua corrente e si mette, nella quantità che garantisca una porzione normale per il consumo a pasto della famiglia, in bustine singole. Al momento del bisogno, si mette direttamente in acqua bollente e si porta a cottura completa.

Poi ci sono cose già cucinate che andrebbero incontro a morte certa nella pattumiera se non venissero congelate. Se avete seguito i consigli di cui sopra, difficilmente vi avanzeranno pietanze principali, ma ci sono casi particolari.
Pensate per esempio al brodo o ai sughi.

Per quanto riguarda il brodo. Avete delle verdure e/o della carne che non potete più considerare fresche e che non avevate preventivato di usare nel menù. Nessun problema: mettete tutto nella pentola (se la usate, quella a pressione è una mano santa!) e fateci un ottimo brodo. Quando è freddo, mettetelo in bicchieri di plastica o scatole e via di congelatore! Lo avrete a disposizione quando dovrete fare un risotto o quando avrete voglia di qualcosa di caldo o una minestra. Con la carne invece, nel caso, fate delle ottime polpette!

Nel caso dei sughi, invece, spesso accade che per non far rimanere il fondo della bottiglia della passata di pomodoro o il mezzo contenitore di panna (destinati al secchio senza passare dal via, statisticamente), convenga farne in quantità maggiore all’effettiva necessità. Anche in questo caso, congelate la parte che avanza! Sono comodissimi i bicchieri di plastica: in genere uno basta per condire la pasta per due persone ;-).

Infine: per noi expat è fondamentale visto la difficile reperibilità e l’alto costo, congelare la mozzarella. Potrebbe essere comodo farlo anche in Italia, per averla disponibile in caso si voglia fare una pasta al forno svuota frigo o una pizza estemporanea (ché magari avete tutto per fare l’impasto e vi manca proprio la mozzarella!).
La mozzarella potete congelarla a fette in vassoi e poi metterla in una busta grande: al momento in cui vi servirà basterà scongelarne la quantità desiderata e tagliarla a cubetti o striscioline.

Questo modus congelandi 😉 vi permetterà di avere le cose disponibili, di evitare sprechi e di risparmiare (potete comprare le cose in anticipo senza dover uscire appositamente)!