Evviva la creatività con Nintendo LABO!

Nintendo LABO è il gioco innovativo che mette insieme videogame e costruzioni, creatività e divertimento, manualità e tecnologia!

Quando si parla di videogiochi e consolle, riferiti all’universo ragazzi, ci si immagina sguardi incollati allo schermo, luci e suoni forti, lotte, gare, corse velocissime e spericolate. Ma soprattutto si percepisce un isolamento dalla realtà e un totale assorbimento nel gioco. In parte potrebbe essere vero, anche se io imputo più alla famiglia che al ragazzino la responsabilità di questa situazione al limite.
Con la nascita della consolle Nintendo Switch, tuttavia, il mondo dei videogiochi ha assistito ad una rivoluzione! Diventa possibile e super divertente giocare in compagnia non solo sullo shermo di casa. Infatti la consolle stessa ha uno schermo grande facilmente condivisibile con gli amici.
Ma Nintendo non si è fermata qui e ha creato Nintendo LABO.

Cos’è Nintendo LABO?

Chi non ama le costruzioni? Quale bambino non ha giocato fin da piccolo con cubi e incastri? Nintendo LABO è in parte questo e molto di più!

Nella scatola di cartone ci sono grossi fogli in cartoncino, colorati in modo diverso, le cui parti staccabili servono a montare il gioco vero e proprio.
Una moto, un pianoforte, casetta e canna da pesca, questi tra gli oggetti che si possono creare e proprio con loro giocare in associazione alla consolle.
Si sa, per un bambino  (e non solo) creare un oggetto con le proprie mani è motivo di grande orgoglio e con Nintendo LABO è semplice e divertente perchè le istruzione sono estremamente dettagliate e dinamiche.


Inoltre, è un gioco che si fa in compagnia: i pezzi da montare possono essere tanti e ci si dà una mano, uno può occuparsi di mandare avanti le istruzioni, l’altro piega e monta, e poi ci si dedica alle decorazioni.
Mi piace molto che dopo ogni tappa di costruzione ci sia il consiglio di smettere per un po’ e distrarsi con altro. Nintendo ancora una volta si dimostra attenta alla sovraesposizione a schermi e giochi per i più piccoli.

E una volta montato l’oggetto che si fa?

Ogni oggetto è costruire in modo tale da poter inserire al suo interno lo schermo della Switch e uno o entrambi i Joy-Con. Scelto il gioco, i bambini potranno guidare una moto in pista, girando le manopole di cartone per dare gas. Oppure suonare il pianoforte, cambiando melodia e suono quando inseriscono una chiave numerata. O ancora far comparire oggetti sullo schermo grazie a manovelle e pulsanti di cartone.

Vi assicuro, io di videogame ne ho visti parecchi (la nostra famiglia è tendente al nerd, ma non ci lamentiamo!), ma sono rimasta molto colpita nel vedere quanta attenzione ai dettagli e quanto divertito stupore può scaturire giocando con Nintendo LABO.
E mi piace molto che i nostri “nativi digitali” abbiano la possibilità di sviluppare doti come la manualità, la creatività, l’attenzione alle istruzioni e la pazienza con un videogioco così innovativo e, dal canto mio, geniale!