Frammenti di felicità

Un romanzo che con uno stile fortemente evocativo, racconta una storia di amicizia, speranza e tanto cioccolato. Un inno a catturare il vento delle opportunità e a sciogliere gli ormeggi per esplorare nuove rotte seguendo solo la bussola del cuore.

Cos’è la felicità?
Esiste realmente la felicità delle piccole cose? Personalmente, i momenti felici che ricordo più facilmente sono legati a delle piccole cose, cose che magari sono irrilevanti per gli altri. Un sorriso, le mie bimbe che mi prendono per mano piuttosto che un tramonto, un’amicizia.

Frammenti di felicità è un romanzo che promette di allenarci a riconoscere i piccoli frammenti di gioia, piuttosto che una felicità costante. Un romanzo che è la storia di una grande amicizia.

Le protagoniste sono cinque donne (Kat, Sina, Maya, Ingrid e Lisbeth), donne tanto diverse, tra loro. Con interi capitoli narrati dalle cinque donne, impareremo a conoscerle e a giustificare ogni loro pensiero e comportamento. La storia si dipana in un’isola nel bel mezzo dell’Oceano Pacifico, mare cristallino e nient’altro che cielo e mare.

Kat, che ha scelto di vivere su quest’isola, invita le sue amiche a raggiungerla, a rischiare, a lasciarsi alle spalle tutto per darsi una possibilità a ricominciare, nonostante hanno tutte oltre i 60 anni. Amiche che non vede da trent’anni. La loro vita, non si fa difficoltà ad immaginarla, è stata colpita da dispiaceri e perdite, Kat offre loro la possibilità di provare la ricetta della felicità.

Gli intrecci delle storie, le parole, in grado di far passare attraverso la carta stampata odori e sapori dell’isola, il cioccolato che tutto cura, vi terranno incollati alle pagine di questo romanzo. L’invito di Kat è voglia di ritrovare e vivere un’amicizia importante, si traduce nella voglia di superare insieme e individualmente i propri limiti, le proprie zavorre.

E’ un romanzo in cui le donne, ancora una volta dimostrano la loro forza, la capacità di trasformare il dolore in felicità. Non è facile per delle donne adulte, rinunciare alla propria vita, alla propria quotidianità, alle proprie abitudini ma, finché c’è vita c’è speranza.

Questo romanzo è la storia di un’amicizia, un ritrovarsi, un accettarsi per come si è diventate e per il bagaglio che ci si porta dietro, un conoscersi nuovamente. La vera ricetta è la volontà e il sorriso. Il cioccolato sarà il collante.

E’ un libro semplice e complesso al tempo stesso, un inno all’amicizia e alla ricerca della felicità…leggetelo!