Giocattoli in ordine: non é una mission impossible!

Oggi vi regalerò qualche idea per tenere i giocattoli dei vostri figli in ordine, una vera mission impossible come piace a me!

E’ davvero difficile non avere la casa invasa dai giocattoli, se ne comprano sempre più del necessario, si ricevono molti regali e magari si ereditano dai cugini, per un motivo o per un altro ne abbiamo davvero tanti e di ogni dimensione.

Finchè i bimbi sono piccoli è abbastanza semplice, di solito è sufficiente una bella cesta per contenere qualche pupazzo, una palla, un sonaglino e le costruzioni gommose. Crescendo iniziano a seminare ovunque, roba che se sposti il divano trovi l’intera famiglia di Peppa Pig che si è costruita una casa di tutto rispetto con i lego e pezzi di chissá cosa.

I vostri figli inoltre hanno necessità di stare in vostra compagnia in ogni stanza della casa è inutile imporre confini ai giochi, quindi o li lasciate liberi di frugare tra i servizi di piatti delle feste e l’argenteria oppure decidete di dotare ogni stanza di un angolo giochi, anche se l’esperienza insegna che i bicchieri di cristallo sono molto più interessanti delle macchinine.

Personalmente ho creato un angolo giochi in salotto, a dire il vero è più ampio di un angolo 🙂 , mia figlia è molto più spesso in soggiorno che in camera sua infatti, ha tre anni e mezzo e devo anche tenerla sotto controllo mentre preparo la cena o sbrigo qualche faccenda. Però non mi sono del tutto arresa al caos, ho cercato di armonizzare i contenitori dei suoi giochi con l’arredamento, ho trovato un compromesso tra la sua giusta esigenza di giocare e la mia di mantenere un certo decoro in casa.

giocattoli in ordine

Ho scelto una libreria della stessa altezza della cucina giocattolo e dei cestini per contenere tutti i giochi e un po’ di libretti, non essendo sufficiente ho trovato per la grande libreria del salotto, sempre da Ikea, delle scatole di plastica con le ruote facilmente estraibili dai moduli. Le ho messo a disposizione molte ceste, per lei è semplicissimo rimettere tutto dentro e inoltre ogni volta ha la soddisfazione di cercare e scoprire nel fondo cose che aveva dimenticato di avere.

Vi avevo già parlato qui dell’importanza degli elementi contenitivi e direi che un giro da Ikea è davvero indispensabile quando si desidera organizzare la casa a misura di bambino, offre mille soluzioni.

giocattoli in ordine

Per evitare sprechi si deve sempre usare la fantasia, cercate di acquistare cose che potrete riciclare per altri usi. Ad esempio l’organizer a tasche di Zara Kids da appendere che utilizzavo in bagno per i pannolini di Matilde ora l’ho appeso alla porta della cameretta per metterci delle piccole bambole e pupazzi, un domani lo riutilizzerò probabilmente sempre in bagno ma per le mie cose. Usate le mensole e i ganci in modo creativo, prendete in considerazione le scatole da mettere sotto il letto, o direttamente i letti contenitori, sfruttate ogni spazio.

Sto insegnando a  Matilde che ogni cosa ha il suo posto e che anche i giocattoli alla sera vanno a nanna, le bambole nella culla, le macchine nel garage e così via, ogni tanto si lamenta ma il concetto l’ha capito. Cerco anche di farle capire che si deve mettere via un gioco prima di prenderne un altro, funziona e non si perde il controllo della situazione. Rendere i vostri figli complici nelle azioni quotidiane in casa regala sempre molte soddisfazioni, soprattutto se lo prendono come un modo per farli sentire speciali.

A me piace dividere per tipologia i giochi, Matilde ovviamente non ha ancora questa delicatezza ma ho introdotto l’uso delle etichette con dei disegni su alcuni contenitori e si diverte moltissimo a indovinare dove mettere le cose.

A questo proposito sono felice di annunciarvi la novità che trovate in questo post: questo set di etichette  realizzate dalla nostra cara Francesca @alieradici che potrete stamparvi su un foglio A4 adesivo ed usare sui vostri contenitori.

giocattoli in ordine

Per mantenere un po’ di ordine è necessario anche fare ogni tanto una bella selezione, si possono regalare o portare alle scuole i giochi che non si usano più e sono in buone condizioni. Un altro metodo che ho adottato è di mettere a turno un bel po’ di giocattoli in una scatola nell’armadio e di tirarla fuori quando vedo Matilde particolarmente annoiata, non avendo più sotto gli occhi alcune cose, riprova entusiasmo quando ci gioca, in questo modo ho meno roba in giro e ogni tanto la sorprendo.

Comunque con il disordine è giusto anche imparare un po’ a convivere, le case vissute dove si inciampa su una pallina e con i bimbi che gironzolano sono sempre le più belle, è giusto trovare una via di mezzo tra “caos creativo” e il “sepolti in casa”.

Vi lascio trovare la soluzione giusta per voi prendendo spunto dalla mia board di Pinterest, fonte inesauribile di idee geniali!