Gravidanza: rimedi naturali per viverla al meglio

Manca poco. Ancora qualche settimana e anche la mia seconda (e molto presumibilmente ultima) gravidanza si concluderà. Anche stavolta, come la precedente, ho avuto la fortuna di un’attesa fisiologica, senza particolari problemi o difficoltà. Non sono mancati, certo, i piccoli fastidi che accompagnano più o meno tutte le gestazioni, ma ho potuto contare sull’aiuto di tanti prodotti naturali adatti ai leggeri disturbi che possono presentarsi nei nove mesi di attesa.

rimedi naturali gravidanza_instamamme

Rimedi naturali per la nausea in gravidanza
La nausea è un classico del primo trimestre di gestazione. Io non ne ho sofferto molto, ma chi avesse bisogno può ricorrere allo zenzero, in capsule o tisane, oltre a fare pasti leggeri e frequenti ed evitare cibi grassi e pesanti. Anche il limone può dare una mano: provate a diluirne il succo nell’acqua e a berlo a stomaco pieno, oppure aggiungetelo a insalate, carni e pesce o ancora limitatevi semplicemente ad annusarlo.

Rimedi naturali per gonfiori e ritenzione idrica
La maggior parte delle mamme in attesa deve abituarsi a convivere per tutta la gravidanza con ritenzione idrica e un leggero senso di gonfiore e, ma anche in questo la natura può darci una mano, attraverso tisane di Malva e di Betulla. Per quanto riguarda in particolare piedi, caviglie e gambe, può arrecare sollievo l’uso di gel e pomate a base di Rusco, Ippocastano e Vite rossa. Anche l’Edera o il Mirtillo favoriscono il microcircolo, alleviando il gonfiore. Sostanze rinfrescanti come Menta e Canfora, invece, garantiscono una immediata sensazione di leggerezza e sollievo (ma attenzione a non abusare di oli essenziali durante la gravidanza, anzi: sarebbe meglio evitare completamente l’uso di quelli puri). Le pomate e i gel vanno sempre applicati con un leggero massaggio circolare partendo dal piede e proseguendo verso l’alto. Ricordate in ogni caso che uno stato di gonfiore particolarmente importante, soprattutto a livello di piedi, caviglie e mani, richiede sempre un intervento medico, perché può rappresentare un sintomo di preeclampsia (per escluderla, occorre controllare regolarmente la pressione arteriosa e i livelli di proteinuria, attraverso una semplice analisi delle urine).

Rimedi naturali per le smagliature
Altro grande classico, causato dal forte “stress” cui sono sottoposti i tessuti durante la gravidanza, a cominciare da pancia, seno e fianchi. Per prevenire la formazione di smagliature si può utilizzare l’olio di mandorle dolci, un vero e proprio elasticizzante naturale, che, oltre a rendere i tessuti più tonici, contribuisce a mantenere l’idratazione della pelle. Si tratta di un prodotto facilmente reperibile in erboristeria, nelle farmacie, nei negozi online e anche in molti supermercati, a prezzi accessibili. L’ideale sarebbe quello ricavato dalla spremitura a freddo delle mandorle, che mantiene inalterate le proprietà dell’olio, mentre per evitare allergie (o di scatenare la nausea!) è preferibile scegliere formulazioni prive di profumo. In alternativa si possono usare altri oli elasticizzanti di origine vegetale, come l’olio di macadamia, di oliva o di girasole. In commercio esistono anche prodotti già pronti che contengono una miscela di queste sostanze, volendo anche biologiche.

Rimedi naturali per seno e capezzoli
Preparare il seno all’allattamento può essere un sistema utile per limitare l’insorgenza di problemi come ragadi, screpolature e simili (ma ricordate che un corretto “attacco” del lattante, da questo punto di vista, è fondamentale). Per questo scopo è molto efficace il burro di karitè, con le sue funzioni emollienti, protettive e nutrienti talmente spiccate che le donne africane lo usano da sempre per massaggiare i neonati e proteggere dal sole la loro pelle delicata. Scegliete, se possibile, un prodotto biologico. Ottimi anche creme e oli a base di vitamina E (Tocoferolo), ideali anche dopo il parto, una volta che l’allattamento è iniziato. Gli stessi prodotti si possono utilizzare, inoltre, per massaggiare il perineo in vista del travaglio.

Rimedi naturali per le macchie cutanee
Le macchie della pelle, di solito temporanee, sono un altro fenomeno piuttosto diffuso durante la gravidanza. Per contrastarlo si può ricorrere a impacchi di camomilla, succo di limone o centrifugato di carota.

La raccomandazione, che non vale solo per le donne in attesa, è in ogni caso quella di non esagerare, soprattutto quando ci si affida alla fitoterapia. Prima di assumere un certo prodotto, o di spalmarlo sulla pelle per la prima volta, è importante provarlo su una piccolissima zona del corpo, o assaggiarne una quantità minima. Qualsiasi preparato, inoltre, andrebbe assunto consecutivamente per non più di qualche settimana, e solo se mostra effettivi benefici.