grigliata di mezza estate

Instamamme-8-14-grigliata-5   Estate tempo di vacanze. Vacanze tempo di grigliate. Quasi a voler dire che l’estate sia sinonimo di grigliate in compagnia!!! In estate siamo tutti più predisposti a momenti conviviali, informali e semplici e la grigliata riunisce tutte queste caratteristiche. E’ decisamente conviviale, porta tantissima allegria, è semplice da realizzare e non ci vuole una grande esperienza per portare in tavola dei piatti davvero gustosi. Ovunque ci si trovi, in montagna, al mare, ai laghi, in campagna o sul terrazzo in città, c’è sempre tempo e spazio per proporre questa divertente alternativa ai soliti pranzi, a cui siamo abituati durante tutto l’anno. Intorno al barbecue si forma una vera e propria festa. I bambini gioiosi guardano affascinati il fuoco, i più grandi tengono d’occhio famelici i piatti che via via si cuociono al calore della brace. Davanti alla griglia del barbecue ci sentiamo tutti un po’ cuochi: i tradizionalisti che rimangono sul classico e gli impavidi che invece osano proporre qualcosa di diverso. Ognuno con il proprio compito. Instamamme-8-14-grigliata Chi accende il fuoco, chi predispone i tagli per la griglia, chi prepara le marinature…. E’ una bellissima opportunità per stare all’aperto e godersi le giornate calde e luminose che l’estate ci regala. Estate è anche ferragosto, ed è il pretesto per organizzare picnic fuori porta o organizzare un barbecue. Il giorno di ferragosto, lo abbiamo trascorso, in montagna, in compagnia di alcuni amici molto tradizionali. Non mancavano pertanto le classiche costine, braciole e salamelle. Non mi sono persa d’animo e ho portato anche io il mio contributo vegano. Nel mondo vegetale quasi tutta la frutta e gli ortaggi, magari dopo una marinatura, si prestano a finire sulla griglia. Bisogna semplicemente fare un giro nel negozio di fiducia, o fare un salto al mercato alla bancarella ortofrutticola e lasciarsi trasportate dalla fantasia. La mattinata di ferragosto non prometteva nulla di buono e dubitavano potessimo realizzare il nostro barbecue. Temevamo che la pioggia e il freddo ci costringessero in casa. Fortunatamente, verso l’ora di pranzo, il cielo si è aperto e così abbiamo dato fuoco al camino esterno in cui fa bella mostra di se’ una pietra ollare, la pioda, su cui tipicamente in Valtellina ci si presta a grigliare. Instamamme-8-14-grigliata-2

La sera prima avevo preparato l’impasto per i burger vegani.

Prepararli è stato velocissimo e li abbiamo messi subito a cuocere con le verdure. Peperoni, pomodori, zucchine, pannocchie di mais, melanzane, cipolle rosse. Un tripudio di gusto e sapore direttamente dall’orto. I burger li ho preparati con un mix di fagioli cannellini e fagioli neri. Anche agli amici più scettici sono piaciuti tantissimo e sono andati a ruba! Una vera soddisfazione e la riprova che vegan non significa necessariamente privo di gusto o preparazioni tristi come spesso si crede. Prepararli è stato velocissimo e molto semplice. Io ho deciso di realizzare dei burger ma con lo stesso impasto si possono preparare dei bocconcini più piccoli, portando in tavola tante polpettine delicate da condire a piacere o mangiare al naturale. Piccolo Chef ha preferito cospargerlo con della maionese mentre io lo mangiavo accompagnato da cipolline e cetriolini sott’aceto. Anche una bella marinatura di prezzemolo, aglio e olio è molto indicata per ammorbidire il composto e renderlo meno asciutto. La griglia gli dona quella particolare crostini a abbrustolita ma se il tempo non c’è lo avesse permesso, è possibile cuocerli anche in forno.

Il dolce, infine, è stata una vera specialità preparata in due mosse.

Instamamme-8-14-grigliata-3 La frutta, sulla griglia, mentre cuoce si caramella grazie agli zuccheri naturali di cui è composta. Non c’è bisogno di aggiungere altro. Cuocendo diventa ancora più tenera e dolce e diventa una vera delizia. Le pesche le abbiamo lasciate al naturale cospargendole, alla fine, con della cannella in polvere. I fichi, già deliziosi al naturale, li ho resi ancora più golosi cospargendoli con del cioccolato fondente fuso prima di servirli. Mentre cuocevano sulla griglia già calda, ci vorranno circa cinque o sei minuti girandoli da una parte e dall’altra, ho sciolto a bagnomaria del cioccolato. Se volete renderlo ancora più lucido potete aggiungere, mentre si scioglie, poco burro di soia. Un dessert a tutti gli effetti, sublime e avvolgente. Instamamme-8-14-grigliata-4 Dopo questa luculliana mangiata, abbiamo proseguito il pomeriggio al sole, giocando a carte e in allegria. Un vero spasso, degno di una giornata di vacanza con i fiocchi! Instamamme-8-14-grigliata-1

Burger di legumi di ferragosto

Ingredienti per 8 burger:   100 gr di cannellini già lessati 100 gr di fagioli neri già lessati 5 patatine novelle già lessate 2,5 gr di agar agar sale, pepe salvia, prezzemolo, menta e mirto limone freschi. 1 cetriolino sott’aceto di medie dimensioni (oppure 2 piccoli) pane grattugiato   Procedimento:   Per prima cosa, lessare i fagioli cannellini e quelli neri, in un due pentole separate partendo da acqua fredda, e dopo una notte di ammollo. Una volta freddi metterli in un mixer con le erbe aromatiche fresche, lavate e ben asciugate, le patate novelle già lessate in precedenza e il cetriolino sott’aceto tagliato a rondelle. Azionare il mixer e frullare per ottenere un composto sodo ed omogeneo. In un pentolino scaldare 100 ml di acqua in cui sciogliere l’agar agar e portare per qualche minuto a ebollizione. Mettere il composto in un recipiente e aggiungere l’agar agar sciolto. Mescolare bene per amalgamare bene l’agar agar al composto. Lasciare riposare il più possibile il composto, coperto, in frigorifero in modo tale che si rassodi. Per confezionare i burger mettere in un piatto del pane grattugiato e prendere il composto. Lavorare il composto con le mani, prendendone una manciata per volta, e formare delle palline da appiattire e impanarle leggermente nel pane grattugiato. La panatura aiuta a togliere umidità’ al composto, ma è sconsigliabile eccedere con il pane che coprirebbe i sapori. Mettere i burger sulla griglia già’ calda per una ventina di minuti, girandoli da una parte all’altra fino a quando si sarà formata la classica crosticina. Servire i burger ben caldi, accompagnandoli a verdure grigliate e salse vegan. La più classica è la maionese vegan, reperibile in tantissimi negozi di alimentari, oppure preparando una salsa verde sminuzzando il prezzemolo e condendolo con aglio, sale, pepe e abbondante olio evo. Buon appetito da Marzia e Alessandro   Tempi di preparazione:   30 minuti per il confezionamento dei burger più il tempo di rassodamento in frigorifero 20 minuti circa di cottura