I regali brutti che ho ricevuto per Natale.

Dopo che vi ho esposto tutto il bello che mi sono inventata per i regali di Natale, tenterò di fare una breve lista dei regali che non vorrei mai più ricevere.
Magari vi stimola una riflessione: in fondo sono una persona che si accontenta con poco, se un regalo ha deluso me, ci sono ottime probabilità che ve lo tirino dietro (o che lo riciclino, o buttino, o dimentichino in un cassetto fino al prossimo trasloco).

La mia personale Black List

1 – Il prossimo/la prossima che mi regala un paio di mutande “simpatiche”, giuro gliele infilo in testa. Se avete pochi soldi, come vi accennavo, ci sono altre vie.
Un paio di mutande spaiate che non faranno mai coppia felice con alcun reggiseno, non-essere-buona-idea.

2 – Io detesto le gigantografie. Per me il massimo tollerabile per un ingrandimento è 20×30 cm, un foglio A4 praticamente, e lo vado ripetendo da una vita.
Quella volta che mi fu regalata una foto formato 50×70 ridotta a puzzle, avrei voluto urlare. Ma quand’è poi, esattamente, che io ho mai fatto un puzzle?
E anche mi venisse, come una folgorazione, la voglia di farne uno: dove lo troverei, esattamente, il tempo?
L’insegnamento è: ascoltate le persone che vi stanno intorno, osservate le loro case, gli oggetti di cui si circondano e agite di conseguenza.

3 – Nella vita ho ricevuto moltissimi capi d’abbigliamento in regalo. La stragrande maggioranza sono stati a invecchiare in un cassetto senza essere mai indossati. Una piccola parte sono stati indossati massimo tre volte, prima di finire nel dimenticatoio. Un’ultima percentuale mi ha persino lasciata col sospetto che il regalo fosse riciclato o esito fortuito di uno scambio di pacchetti: mi sono mai presentata in pubblico indossando leggings metallizzati?
Il consiglio è: evitate qualsiasi capo di abbigliamento e/o accessorio a meno che non abbiate l’assoluta certezza che corrisponda ad una scelta ben precisa del ricevente.
Tipo: se sono due mesi che gli fa il filo in vetrina, sì!
Se pensate che potrebbe donargli, no! Categoricamente.

Credo non ci sia altro da aggiungere, anche se una serie di commenti con i regali più assurdi che vi hanno fatto sarebbe un bellissimo regalo di Natale: una lista da leggere nei momenti di sconforto da preparativi, quando ti viene quella famosa voglia di convertirti al Buddismo per le 3 settimane a venire.

Buono shopping e soprattutto Buon Natale!!

Regali_brutti_che_ho_ricevuto_per_natale

@silu1979