Il libro con il buco

C’è un libro e c’è un buco. Quante cose può essere un buco? La creatività di Hervé Tullet non ha limiti. Questo nuovo grande albo interattivo, ha un irresistibile buco nel mezzo che cambia a ogni apertura, diventa un’isola tropicale, una pentola, una lente d’ingrandimento o la bocca di un mostro affamato. Nel buco il lettore può metterci la faccia, farci passare la mano per imitare la proboscide dell’elefante o guardaci attraverso.

Questo mese voglio consigliarvi un libro/gioco che ha fatto letteralmente impazzire le mie bambine.
Il libro con il buco, è un simpaticissimo libro con un grande buco al centro o come tutti preferiscono dire, un buco con il libro intorno.

 

Come vi dicevo: acquisterete un libro e un buco, entrambi faranno viaggiare i vostri bimbi nel regno della fantasia, perché proprio quel buco lì che spesso siamo abituati a vedere come vuoto, assenza, sarà invece una fucina continua di nuovi modi di giocare, ogni volta sempre più divertenti.

Il buco può diventare una preziosa lente di ingrandimento che li farà affacciare nel mondo dei dettagli, oppure una grande bocca spalancata che reclama cibo. Il buco gli permetterà di costruire dentro un enorme grattacielo e tanti altri oggetti che prendono vita dalla loro fantasia e dalle loro risate, quelle non mancano mai.

Questo albo inventa giochi ogni volta differenti, solletica la fantasia dei bambini e li esorta a guardarsi intorno con occhi diversi. Non aspettatevi un albo di lettura ma di divertimento si, quello è davvero assicurato. Le illustrazioni in bianco e nero attireranno i bambini, quando il gioco avrà inizio si coloreranno con la fantasia e quasi dimenticheranno di avere tra le mani, un enorme libro con il buco intorno.

La creatività non ha limiti.

 

 

Titolo del libro: Il libro col buco

Autore e illustratore: Herve Tullet

Editore: Panini Ragazzi

Target: dai 3 anni

Ci piace perché: è un albo che stimola la fantasia e che si rinnova ad ogni gioco

Lo consigliamo perché: è divertentissimo

Ci ha colpito: La possibilità di diventare protagonisti inserendo il proprio volto nel buco.