Il mare a maggio: Monterosso

Abbiamo fatto una sorpresa ai bimbi, venerdì siamo andati a prenderli all’asilo e invece di andare a casa siamo andati al mare!

“Ti è piaciuta la sorpresa. Lorenzo?”

“Cos’è una sorpresa, mamma?”

“E’ andare al mare senza saperlo prima”

“Brava mamma, mi piacciono le sorprese!

Il “nostro” mare è quello di Monterosso,  è il nostro sentirci a casa anche senza esserlo.

Monterosso è una perla colorata tra il cielo e il mare, in un territorio unico, quello delle Cinque Terre.

Monterosso a maggio profuma di gelsomino e di focaccia appena sfornata.

Monterosso è speciale in tanti modi, ogni volta mi incanta in maniera diversa.

Quello che non cambia mai è la presenza di turisti da tutto il mondo.

Si può vedere passare tutta l’umanità per le strade di Monterosso: il via vai incessante di valigie, gli studenti inglesi con le loro birre, le ragazze americane con la maglia del college, le donne asiatiche che si riparano dal sole con gli ombrelli, le giovani spose straniere che vivono il loro sogno italiano come fossero attrici, con i larghi cappelli di paglia e le ampie gonne.

A maggio i colori sono strepitosi, il turismo non è ancora così soffocante e le spiagge tutte per voi , l’ideale per una fuga coi bimbi.

Monterosso

 

Abbiamo fatto il pieno di sole e di colori

Monterosso

Ci siamo riempiti gli occhi di azzurro di mare e cielo

Monterosso

monterosso

DSC_0068

DSC_0082

DSC_0085

DSC_0058

DSC_0057

Per raggiungere Monterosso indubbiamente il mio consiglio è quello di usare il treno. In treno ci si muove benissimo, per tutte le Cinque Terre, se riuscite lasciate l’auto a casa e optate per treno o traghetto.

Se invece arrivate in auto, la nota dolente è quella dei parcheggi. Un buon consiglio è quello di lasciare l’auto al “Bivio”, dove la Provinciale proveniente da Levanto si dirama per la località Fegina e prendere il bus o chiamare il taxi.

In Paese ci sono solo parcheggi a pagamento (quelli lungo le strade sono riservati ai residenti) che sono molto cari e spesso completi già dal mattino.

L’ospitalità, grazie ai siti come Homeaway, in compenso si è moltiplicata e trovare alloggi suggestivi e caratteristici non è difficile.

A Monterosso si mangia bene ovunque, nonostante sia un luogo molto turistico, difficilmente prenderete “sòle”

Ecco qualche mio consiglio

Al Carugio; ottimo rapporto qualità/prezzo, clima familiare e informale

La cantina di Miky: versione più easy del pluripremiato Miky, che si trova poco distante. Non perdete l’acciugata Monterossina.

Il Piccolo Diavolo: pizza e cucina mediterranea, ottima la calamarata.

Pasticceria da Laura: i bomboloni freschi la mattina sono un rito delle vacanze, si sfornano verso le nove ma finiscono presto!

DSC_0086