Instavista a @flyzone

Ho avuto il piacere di conoscere Alessandro (@flyzone) circa tre anni fa, quando ho iniziato ad usare Instagram e ancora non sapevo come muovermi all’interno di questo social network della fotografia.
E’ stato uno dei primissimi utenti che ho iniziato a seguire e, fin da subito, sono rimasta impressionata dalle sue bellissime foto: paesaggi stupendi pieni di colore, animali immortalati in modo pazzesco, la natura rappresentata in un modo così poetico da lasciare senza fiato.

Oggi voglio presentarvelo attraverso questa intervista, è uno degli igers che io considero “must follow”, ovvero da seguire assolutamente…quindi dopo aver letto questo post, correte su Instagram a cercare il suo profilo! 😉

D: Alessandro, quando e come hai scoperto Instagram?
R: Partiamo dai ricordi eh? 🙂
Era circa la fine del 2010, Instagram era nato da poco, l’idea di condividere le foto con il mondo in maniera così veloce aveva da subito catturato la mia immaginazione. Scoprii il lato sociale del programma piano piano visto che all’inizio lo vedevo più come strumento dedicato alla fotografia. Devo essere sincero però, un po’ mi ha deluso e per un momento avevo pensato a lasciare completamente l’applicazione, poi capii che forse bastava cambiare il mio approccio.

Instavista flyzone  Instavista flyzone

D: Chi si nasconde dietro il nome @flyzone? E perché questo nickname?
R: Un timido pieno di certezze e un duro pieno di dubbi. A dire il vero non so manco io se so veramente chi si nasconde dietro il nome Flyzone, non sono riuscito ancora a pulire tutti gli strati della cipolla 🙂 Flyzone è un personaggio semplice ma complicato al tempo stesso, un romantico, un passionale. Flyzone è anche una persona con parecchie ferite che si porta dentro e chissà se riusciranno mai a guarire. Il nick risale a più di 20 anni fa, me lo diede una ragazza con cui uscivo perchè stava bene in mia compagnia. Il nick mi piacque e qualche tempo dopo iniziai ad usarlo quando scoprii l’internet.

Instavista flyzone   Instavista flyzone

D: Le tue foto sono davvero meravigliose, hai qualche trucco o suggerimento da dare a chi vuole fare foto belle come le tue?
R: Non vi sono trucchi, l’unico suggerimento che posso dare è quello di cercare di catturare le proprie emozioni negli scatti. Esprimersi attraverso la fotografia come uno scrittore lo fa con un libro o un pittore con una tela quale sia lo strumento che usi per esprimerti ha poca importanza.

Instavista flyzone  Instavista flyzone

D: L’intensità dei tuoi scatti è impressionante, ci sono delle apps in particolare che usi per raggiungere quei risultati o effettui esclusivamente post produzione al computer?
R: Lavoro molto al computer in quanto i miei scatti di solito vanno diffusi su diversi tipi di media non solo su Instagram, ma vi sono un paio di applicazioni in particolare che utilizzo sul mio iPhone, Snapseed e VSCOCam. Vi sono anche un paio di applicazioni che utilizzo per catturare le immagini Camera + e Camera Awesome. Snapseed in particolare in quanto sono ammiratore dalla prima ora delle applicazioni su Mac di Nik Software, ora inglobato in Google.

Instavista flyzone  Instavista flyzone

D: Ci hai fatto conoscere Principessa, tua figlia, attraverso i tuoi scatti; ci racconti anche un po’ di Alessandro papà?
R: Alessandro papà è una persona con mille interrogativi giornalieri. Credo vi siano due momenti ben differenti, Alessandro papà prima e dopo la scomparsa della mia compagna. Il primo era più spensierato, il secondo più protettivo. Tutti i momenti che ho li dedico comunque a mia figlia … escursioni fotografiche a parte. Credo che il ruolo di genitore sia difficile in principio, se a questo aggiungi il fatto di essere genitore slngle e dover crescere una donna, bhe allora le cose si complicano un attimino. Come padre vorrei dire sempre si, in parte per un senso di colpa credo, vorrei vedere sempre il sorriso sulle labbra di mia figlia e forse anche per questo è difficile il ruolo. Da genitore mi manca comunque poter parlare e prendere decisioni con la mia compagna su scelte riguardanti Principessa.

Instavista flyzone  Instavista flyzone

D: Vivi in Canada e spesso torni in Italia; cosa ti ha portato verso questa lontana meta?
R: All’epoca volevo provare un’esperienza all’estero, i confini del bel paese mi stavano un po’ stretti. Avevo voglia di scoprire il mondo e cominciai a fare colloqui con aziende estere finchè un giorno conobbi una persona speciale. Avrei seguito quella persona in capo al mondo, capitò che viveva in Canada. L’equazione all’epoca era perfetta per cui decisi di lasciare tutto e partire. Ricordo ancora l’espressione dei miei e del mio boss il giorno in cui diedi le dimissioni. Non sapevo a cosa andavo incontro, cosa mi aspettasse, ma sapevo di avere lei al mio fianco e l’incognito non mi spaventava. Ora a distanza di anni dalla scomparsa della mia altra metà devo dire che l’idea di ritornare mi perseguita, peccato le condizioni non siano molto favorevoli ultimamente.

Instavista flyzone  Instavista flyzone

D: Fotografo per lavoro o per passione?
R: Entrambi, visto che lavoro con diverse riviste e Agenzie di Fotografia ma la passione è quella che mi regala ancora oggi le immagini che più mi stanno a cuore.
Se lo facessi solo per lavoro credo non mi divertirei così tanto.

Un rigraziamento ad Alessandro per averci fatto conoscere qualcosa in più su di lui; per chi volesse seguirlo, vi lascio di seguito i suoi riferimenti web e social:

Sito Fotografico: www.acancian.com
Pagina FB: https://www.facebook.com/acancianphoto
Sito di 500px : http://www.500px.com/flyzone
ig: flyzone
twitter: flyzone
Pinterest: http://www.pinterest.com/flyzone/

@dexterina