Irene e il suo Valdirose

Il bed and breakfast Valdirose si trova nella meravigliosa campagna Toscana ed è gestito da Irene, una donna affascinante almeno quanto il suo b&b (e come la sua gallery Instagram)

Il Bed and Breakfast Valdirose è il più amato dagli Igers: si trova a pochi chilometri da Firenze, nella meravigliosa Toscana, e appartiene a Irene Berni, una dolce signora, bella tanto quanto il suo Valdirose e dai modi incantevoli.

unspecified (2)

 

La Gallery Instagram di Irene parla di armonia, di luce, di tempi lontani, di memorie e di amicizia e ogni foto è una poesia.

Valdirose

Abbiamo intervistato Irene per conoscerla meglio:

Irene, come gli utenti Instagram, anche noi ti abbiamo conosciuta per il Bed and Breakfast Valdirose. La magia del luogo che trasmetti attraverso le foto è assolutamente confermata dalla realtà, il Valdirose è un luogo magnetico, fuori dal tempo, incantato, poetico. Come hai fatto a creare un posto così unico e soprattutto come riesci a raccontarlo così bene attraverso Instagram?

Semplice, ne sono innamorata (e leggere domande come questa mi fa innamorare ancor di più, grazie)! Mi piace anzi mi garba come diciamo qui a Firenze. Tra queste mura mi sento protetta e felice così ,ogni volta che posso, dimostro la mia gratitudine al Valdirose celebrandolo con una foto un post o qualche racconto. Non mi posso però prendere i meriti di quello che è diventato col tempo: credo sia grazie a tutte le persone che on passate di qua , ognuna di loro ha lasciato un bel ricordo o un po’ di energia positiva.

Valdirose

Raccontaci di Irene mamma, com’è crescere una figlia al Valdirose?

Essere mamma è complicato e sul posto di lavoro ancor di più. Provo ogni giorno ad essere un esempio, a  fare il mio dovere senza mostrarle la fatica, vorrei che guardandomi imparasse a gioire del lavoro ma per adesso non credo di esserci riuscita preferisce di gran lunga il dolce far niente 🙂

valdirose

Ti definisci una non-cuoca, eppure hai scritto un libro di cucina e posti spesso prelibatezze (che personalmente ho anche gustato), svelaci questo paradosso

Ho un grande rispetto per le professioni . Ho avuta la fortuna di conoscere alcuni cuochi : sono davvero instancabili lavoratori e grandi esperti del settore alimentare. Un cuoco è solo e soltanto chi lo fa di professione , che sia una tavola calda, un ristorante o una nave. Io semplicemente cucino.

unspecified (6)

Raccontaci del tuo prossimo progetto, il retreat fotografico del 18-22 luglio perché ogni instamamma del mondo vorrebbe poter  partecipare!

Si tratta di 4 giorni dedicati a tutto quello che piace a me : fotografia food foraging styling. Sono in tante a chiedermi come faccio a fotografare, ad apparecchiare, a cucinare o quali sono i miei luoghi del cuore per gli acquisti dei props: non è facile raccontarlo a voce l’unico modo è viverlo, così ho inventato il retreat. Apro le porte delle mie giornate e faccio entrare le partecipanti nel mio mondo da mattina sera.

L’idea è nata in un pomeriggio: Stephanie e Eduardo erano appena rientrati dal loro ennesimo viaggio stavamo prendendo un caffè ed abbiamo deciso di farlo. A sera avevano messo on line il sito. Loro si occuperanno della fotografia e delle parti più teoriche per esempio lightroom photoshop io invece mi dedicherò alle foto, styling, ai fiori e alle tavolate. Sicuramente sarà un bello scambio di energie.

valdirose

Irene e i social. Pur essendo evidentemente una parte importante del tuo lavoro che gestisci per altro in maniera magistrale e professionale, tuttavia riesci a essere molto riservata sulla tua vita privata. In quest’epoca di “esibizionismo social” sei sicuramente in controtendenza da questo punto di vista.  Qual è quindi secondo te il giusto equilibrio da mantenere in quest’ambito? E dovendo affrontare questo tasto prima o poi anche come madre, che consigli e/o limitazioni darai a tua figlia in questo senso?

Amo i social. Sono grata di vivere in un’epoca in cui gratuitamente da soli ci si può promuovere e raccontare. Mi sono stati di grande aiuto per il Valdirose, per parlare dei miei libri e di tute le varie altre avventure in cui mi sono lanciata. Ho amato e amo tutto questo ma quel che resta dopo le giornate di lavoro è così veloce e breve che preferisco a viverlo e condividerlo offline: così facendo ho la sensazione di gustarmelo meglio. Spero che mia figlia non cada mai nella trappola dell’autocelebrazione e a tal fine le insegnerò che il giusto equilibrio si ottiene domandandosi il motivo per cui si posta una foto, rispondendosi con sincerità e giudicandosi senza pietà.

valdirose

 

Grazie Irene per la tua disponibilità!

Sicuramente ci auguriamo di tornare prestissimo a trovarti perché il Valdirose resta nel cuore!