La foodblogger del mese di febbraio: @periandthekitchen

Questo mese vi facciamo conoscere meglio periandthekitchen, kidsfoodblogger simpaticissima che propone ricette sane e variate per bambini

Cucinare è esprimere se stessi attraverso il cibo: un linguaggio particolare e sempre diverso che parla di cura, affetto, fantasia. Un linguaggio che parla anche di famiglia e di momenti condivisi: proprio per questo a noi Instamamme piace molto portarvi a conoscere meglio il mondo della cucina su Instagram, il nostro social preferito!
Questo mese vi presentiamo Elisa, che sicuramente seguite già come @periandthekitchen: foodblogger bravissima e ottima comunicatrice! Leggete insieme a noi le sue risposte alla nostra intervista e a fine post troverete una sua ricetta speciale!

 

Chi è Elisa nella vita di tutti i giorni?

Sono una libera professionista, vivo a Treviso e mi occupo da anni di comunicazione digitale. Da quasi 4 anni sono anche, o soprattutto, mamma di Matteo.

 

Come foodblogger sei “la Peri”, ma quanto c’è di Elisa in lei? Fondi i due aspetti o ti proponi di mantenerli separati? Perché?

La Peri è la parte più autentica di me. È il mio modo di esprimere la mia spontaneità mostrando quello che so fare in cucina tra qualche pasticcio, un po’ di creatività e un pizzico di follia, aspetti che fanno parte della mia personalità, ma che nel mio lavoro tradizionale ho sempre fatto un po’ tacere.

 

Com’è iniziata la tua avventura in cucina? È una passione che ti segue da tempo o più una curiosità maturata dopo la maternità?

La cucina in realtà non mi ha mai appassionato, mi sono sempre sentita poco portata. Ma da quando sono diventata mamma e ho cominciato a preparare le pappe per mio figlio, mi sono messa talmente d’impegno che ho deciso di trasformare questa non passione in un blog di video ricette per bambini che potesse semplificare la vita in cucina ai genitori, facendo qualcosa di divertente e, spero, utile anche per gli altri.

 

Come mai hai scelto la comunicazione video per le tue ricette? È un linguaggio che secondo te di presta meglio a questo tipo di contenuti oppure è quello che semplicemente senti più “tuo”?

Un po’ entrambe le cose. Da una parte il video permette di esprimerti a 360 gradi e creare un rapporto empatico con chi ti segue, dall’altra ho notato che anche se il web straripa di contenuti food e video ricette, nel settore dell’alimentazione per bambini mancava un po’ un canale di questo tipo. Se sei alle prime armi in cucina, poi, il video è davvero il mezzo ideale per seguire una ricetta senza perdersi neanche un passaggio.

 

Essere una foodblogger, specialmente nel caso in cui si realizzino video ricette, è un’avventura stimolante ma impegnativa in termini di tempo: come riesci a conciliarla con la quotidianità familiare?

Ehm, non sempre ci riesco. È davvero un gioco a incastri. Per ora giriamo le video ricette in casa e dietro la telecamera c’è Andrea, mio marito. Dobbiamo pianificarle durante il weekend, coinvolgere i nonni per un aiuto con Matte, fare un bel po’ di rinunce… ma è un investimento in cui crediamo. Matte stesso fa parte integrante di questo progetto, ormai si definisce uno sous chef, sempre presente a video ad assaggiare i piatti della mamma.

 

Se riguardi la Peri di tempo fa con occhi obiettivi, quanto questa esperienza ti ha cambiata? E quanto ha cambiato il tuo rapporto con la cucina?

Devo dire che più che cambiata, Peri & the kitchen ha tirato fuori la parte più vera di me ed è forse per questo che lavorare al blog non mi stanca mai, neanche quando la notte prima ho dormito 4 ore… e ahimè non è così raro. Invece il rapporto con la cucina sì, ammetto che è davvero diverso. Ho imparato molto, anche grazie all’aiuto prezioso di Alice Cancellato, la nutrizionista del Policentro Pediatrico che studia con me tutte le ricette. Ora mi sento più disinvolta e consapevole di quello che metto in pentola, ma se posso scegliere, accetto sempre più che volentieri un invito fuori a cena 😉

 

Quando è nato il tuo progetto ti eri data degli obiettivi o pensavi di viverlo come un gioco? E oggi, se pensi al futuro “lavorativo”, come lo vedi?

Per come è fatta Elisa, credo in fondo di non aver mai lasciato nulla al caso. Più che come un gioco, l’idea delle video ricette per bambini è nata come una scommessa in cui un po’ alla volta ho creduto sempre di più. All’inizio ho cercato di conciliare il mio lavoro con il blog, poi ho capito che se volevo farlo crescere, dovevo buttarmici a mille. E così ho fatto. Spero in un futuro sorridente, dove poter concretizzare questo sogno, magari con una trasmissione tutta mia o un canale web dedicato alle video ricette della Peri.

 

Instagram è un social che basa la sua comunicazione sull’immediatezza di un’immagine permettendo, a partire da essa, una grande interazione tra gli utenti, specialmente nell’ambito della cucina.
Che rapporto hai con questo social e che ruolo ha avuto nel tuo percorso da foodblogger?

Kidsfoodblogger 😉 Mi piace molto Instagram proprio per la qualità delle foto e dei progetti che spesso si trovano. Inizialmente ho puntato a Facebook anche per il tipo di contenuto di cui mi occupo: i video. Poi ho cercato di comunicare le ricette anche attraverso foto e video di un minuto da condividere su Instagram. Su questo canale, ho conosciuto molte foodblogger bravissime, mamme che mi sostengono, gruppi come voi Instamamme… insomma, una risorsa preziosa per creare rete, da usare con serietà e costanza.

 

E ora lasciamo che a parlare sia proprio uno dei buonissimi piatti di Elisa:

Vi racconto il mio cous cous con ceci, carote e broccoli.

Una ricetta veloce e davvero adatta ai bambini, grazie al gusto delicato e dolce della crema di carote unite ai ceci. Basta far saltare su una pentola anti aderente le carote con un filo d’olio extravergine d’oliva e frullarle insieme ai ceci lessati, con olio a crudo.

Con questa crema, si può poi condire un cous cous da accompagnare con dei broccoli appena sbollentati. Otterrete un piatto unico, completo e bilanciato che farà gola anche ai più grandi. Sul blog della Peri, trovate tutti i dettagli per preparare la ricetta.

 

cous cous con ceci, carote e broccoli