La porta della fatina dei dentini

Matilde ha perso il primo dentino un anno fa e ho dato inizio alla storia della fatina dei dentini grazie ad una piccola porticina da incollare in un angolo della casa, nessun bambino resiste al fascino della magia.

Tanta fatica e dolore per far spuntare i dentini e poi all’improvviso uno alla volta iniziano a dondolare per poi cadere, ma ecco che arriva nelle nostre vite la fatina dei dentini, qui vi racconto come è andata a casa nostra.

Matilde ha salutato il primo dentino un anno fa, poco prima di capodanno e nel giro di un anno ne ha persi ben otto, per fortuna quel 29 dicembre ero preparata e ho dato inizio alla magia della fatina dei dentini.

Per i soliti giri natalizi ero passata da uno dei miei negozi preferiti di Verona (che vende anche online www.kiddykabane.com) e avevo comprato una deliziosa topolina fatina, la porta, e una scatolina conserva dentini, si vede che (cuore di mamma) me lo sentivo che mancava poco al grande momento!

la porta della fatina dei dentini

Quando Matilde ha perso il dentino era super emozionata e appena è andata a letto ho preparato la sorpresa. Ho incollato al muro la porticina, ho messo la fatina dei dentini in posizione e preparato una minuscola letterina. Lo stupore sul suo viso il giorno dopo è indescrivibile, ha passato non so quante ore davanti alla porticina e mi ha fatto mille domande.

Ora, ad ogni dentino caduto, lei appena sveglia corre davanti alla porticina per vedere cosa le ha lasciato la sua fatina durante la notte, a volte un piccolo regalino, a volte una monetina, ma ciò che conta è la magia che sprigiona.

Ma chi ha inventato questa porticina? L’inventore delle porte delle fate, o fairy doors, fu Jonathan Wright, l’autore del libro “Who’s Behind the Fairy Doors?“ (Chi c’è dietro alle porte fatate?), le fece per le sue bimbe, per farle sognare e per regalare loro uno spazio magico in cui rifugiarsi.

La porta della fatina è anche uno strumento pedagogico infatti, aiuta la crescita e alimenta la creatività dei bimbi. Può rappresentare un luogo di rifugio nei momenti di crisi e non solo di gioco, i bambini possono lasciare i loro messaggi segreti alla fatina. Matilde la utilizza per giocare con i suoi piccoli pupazzetti, gli amichetti che sono venuti a trovarci a casa in questo anno sono rimasti molto colpiti da questa piccola porta e nemmeno per un momento hanno avuto il dubbio che davvero non fosse la vera porticina di una fatina dei dentini.

la porta della fatina dei dentini

Le mamme più artiste possono costruirla insieme ai propri figli in previsione della prima visita di questa fatina, appena inizierà a dondolare un dentino, si possono creare tantissime cose come per esempio un piccolo zerbino, utilizzare piccoli accessori, lasciare impronte su polvere glitterata fatata…a voi la scelta.

Ovviamente seguirò il medesimo percorso con Federico quando sarà il suo momento 🙂

Vi lascio una bellissima board sul mio profilo di Pinterest per regalarvi un pò di ispirazione.

la porta della fatina dei dentini