La prima volta dal dentista

La prima domanda che mi fa una neo mamma è “A che età devo portare mio figlio dal dentista?”
E’ presto detto, se notate qualche anomalia nello sviluppo della bocca o dei denti portate subito vostro figlio da uno specialista, un pedodonzista precisamente (la pedodonzia è la branca dell’odontoiatria che si occupa di bambini!).
Altrimenti, se lo sviluppo dei denti del vostro piccolo procede normalmente e nulla v’insospettisce l’età giusta è 4-5 anni.
L’ideale a fare un controllo con un pedodonzista, per verificare la presenza o meno di carie e un controllo con un ortodonzista, che verificherà eventuali anomalie di sviluppo dell’arcata superiore in rapporto con quella inferiore, o viceversa. L’ortonzista può proporvi di monitorare la crescita del vostro bambino intercettando i problemi per tempo e correggendoli con opportuni apparecchi ortodontici.
In ogni caso e bene portare un bambino dal dentista prima che si verifichi una reale necessità, così facendo il medico che se ne occuperà avrà modo e tempo di giocare con lui e approcciarsi in maniera divertente. L’esperienza diventerà, pertanto positiva e priva di traumi.
Se, al contrario, si porta il bambino in uno studio dentistico, solo quando ha “mal di denti” l’operatore dovrà intervenire con urgenza e, in ogni caso, il piccolo paziente, non avrebbe la minima voglia di giocare! L’esperienza risulterà traumatica e s’innescheranno tutti i meccanismi che innescano l’odontofobia.
A proposito di questo, in vista della prima esperienza dal dentista è bene che l’accompagnatore eviti:
Di ripetere al bambino che “il dentista/igienista non gli farà male” perché, in realtà, gli state trasmettendo che voi per primi avete paura che lui senta male pertanto è molto probabile che si rifiuti di aprire la bocca anche solo per un controllo.
Di spiegargli in base alle vostre esperienze cosa farà il dentista/igienista. Lasciatelo fare a lui, un bravo operatore mostrerà ogni fase o strumento della seduta.
Non dire frasi tipo “Pensa che io da piccolo ho avuto un gran male ai denti, non c’erano i dentisti di oggi e me li hanno dovuti togliere!”. Il bambino non ha la vostra concezione temporale, per lui venti anni fa e la settimana scorsa sono la stessa cosa, quindi lo caricherete di inutili ansie.
Non usate MAI la parola trapano! Il trapano, dal dentista, non esiste!

Ricordate, siete i principale responsabili delle paure di vostro figlio.