La seconda storia del nostro challenge con Suavinex: papà italiano e mamma cinese.

Oggi conosciamo la seconda famiglia selezionata per il nostro challenge in collaborazione con Suavinex. Daniele e Lingling, papà italiano e mamma cinese del piccolo Paolo.

Si è conclusa anche la seconda settimana nel nostro instachallenge in collaborazione con Suavinex Italia. Tutte le vostre ci commuovono, grazie, continuate a partecipare taggando le vostre foto #im_livingsuavinex #suavinex e #instamamme.

Oggi vi presentiamo una giovane coppia, mamma Lingling cinese e papà Daniele italiano del piccolo Paolo, su instagram li torvate con @d.and.l

1)Daniele e Lingling, presentatevi alla nostra community. Come vi siete conosciuti?

Ciao a tutti, mi chiamo Lingling, ho un nome abbastanza evidente che indica la mia origine cinese, sono la mamma del piccolo Paolo. Mio marito si chiama Daniele, è Friulano. Noi ci siamo conosciuti 5 anni fa, non in Italia né in Cina, ma a Valencia in Spagna, eravamo tutti e due studenti Erasmus nella stessa università, ma in due diverse facoltà: lui ingegneria e io Belle Arti .

Prima di andare in Spagna ho vissuto in Italia per 6 anni concludendo gli studi al liceo ed iniziando in seguito l’università. Andare in Spagna per me è stata un’opportunità di studi e di vedere un altro mondo, non ho mai immaginato che questo viaggio di studio mi portasse fino ad oggi vivendo ogni giorno con amore e gioia.

Il nostro primo incontro è stato rapido, è stata una nostra amica in comune a farci conoscere, lui stava prendendo la bici per andare a studiare all’università. Mi ricordo di quel bellissimo giorno solare, i riflessi dei suoi occhi verdi mi hanno colpito subito. Poi ci siamo incontrati in tantissime “fiestas de Erasmus”.

2)Cosa significa per voi avere origini diverse in una famiglia? È un’opportunità o può essere anche un ostacolo?

Per me non è un ostacolo assolutamente, sono venuta in Italia a studiare quando avevo 16 anni, ho imparato la lingua e conosciuto abbastanza bene le vostre usanze, ho frequentato sempre gli italiani, ma senza perdere la mia cultura e lingua natale. Sono integrata abbastanza bene anche se spesso le persone prima di parlarmi mi chiedono: parli italiano? Non torno spesso in Cina, la mia vita per adesso è inclinata verso l’Italia e mi trovo bene così. Per mio marito credo che sia un’opportunità ed al tempo stesso ostacolo: L’opportunità di conoscere il mio paese di origine, è venuto in Cina con me per due capodanni cinesi, ha visto tante cose nuove, per lui è tutto da conoscere ed imparare. Deve imparare anche il cinese per poter comunicare con i miei familiari, lo sta ancora facendo, so che non è semplice, ma devo dire che per le poche parole che sa dire le usa benissimo e che pronuncia proprio bene! Sto cercando di parlare il cinese con nostro figlio, così spero che impari anche mio marito contemporaneamente.

3)Papà italiano e mamma cinese.

Nella crescita di vostro figlio c’è più Cina o più Italia? Avete trovato un equilibrio o lo state cercando?

Lo stiamo ancora cercando. Siamo diventati genitori da poco più di 5 mesi. Davanti a noi abbiamo l’accesso a due mondi, io in qualsiasi momento sono disposta a tornare e vivere in Cina, è lì la mia origine, lì nessuno mi considera straniera perché ho una fisionomia uguale a tutti quanti, anche se dentro di me ho tanta Italia ormai… Paolo è nato in Italia è quindi di nazionalità italiana, la Cina non permette la doppia cittadinanza. Vivo qua perché a mio marito piace stare, ho sempre pensato dove c’è lui è casa mia, quindi mi va bene così. Ora come ora siamo quasi una famiglia tutta italiana. Ma a mio figlio insegnerò tutto quello che so della mia cultura e lingua d’origine il mandarino, spero almeno lui potrà comunicare con i suoi nonni e bisnonni cinesi senza che io faccia da interprete anche per lui!

4)Cosa rappresenta instagram per voi?

Ho iniziato ad usare instagram già da tantissimi anni, per vedere le cose “belle”. Avevo un account personale dove condividevo i miei scatti fotografici amatoriali. Tanti anni fa non c’erano ancora le pubblicità inserite, era uno spazio di condivisione di pure immagini, per me era un luogo di rifugio dalla vita stressata di studi per vedere le cose belle, seguivo soprattutto gli account che condividevano le immagini di paesaggi naturali ed artificiali. Per me è un luogo di relax per la vista e la mente. Ultimamente lo uso spesso per vedere le pagine di brand per bambini: passeggini, giochi, abbigliamento ed ecc, seguo anche gli account come Instamamme per trovare le ispirazioni per vivere con mio figlio. L’account nostro di famiglia ho iniziato a gestire da quando io e mio marito abbiamo iniziato a convivere, era uno spazio che ho creato per ricordare i nostri momenti belli vissuti insieme. Adesso che abbiamo allargato la famiglia pubblico soprattutto le foto di nostro figlio, abbiamo tutta l’attenzione su di lui! A mio marito interessa meno usare Instagram, ma lo apro spesso io per mostrargli il nostro percorso d’amore iniziando dalla prima foto.

Instagram per me è un album prezioso della nostra vita da condividere con il pubblico, è un luogo dove trovo le ispirazioni della vita contemporanea, è un mondo virtuale che nutre ed arricchisce la nostra vita reale.

Storie speciali con Suavinex
@d.and.l

Grazie per aver partecipato, è stato un piacere conoscervi meglio, un grande abbraccio da tutte noi.

Post in collaborazione con Suavinex Italia