La zucca, non solo ad Halloween

Sapete da dove deriva la decorazione della zucca di Halloween? La zucca che colora le nostre tavole autunnali è un alimento eccellente per le sue proprietà nutrizionale oltre che buonissimo e molto versatile!

La zucca intagliata è il simbolo per eccellenza della festa di Halloween, una festa che non appartiene alla tradizione Italiana, ma che grazie alla televisione e al cinema, si è largamente diffusa. La zucca viene svuotata, intagliata per dargli un’espressione spettrale e al suo interno viene messa una candela per illuminarla e metterla sul balcone la notte di Halloween. L’ortaggio così preparato prende il nome di Jack o’ lantern, una lanterna scaccia spiriti, ed è legato ad una leggenda irlandese che narra la storia di Stingy Jack, un vecchio ubriacone che con l’inganno raggirò il diavolo. Alla sua morte però, fu rifiutato sia in paradiso a causa della sua vita sregolata, che all’inferno. La leggenda narra che Jack, per farsi luce tra le tenebre, infilò un tizzone in una rapa che stava mangiando, e da allora vaga alla ricerca di un posto dove andare in attesa del giorno del Giudizio.
Quando gli Irlandesi, in seguito alla carestia delle patate del 1845, abbandonarono le loro terre e si diressero in America, portarono con sé questa leggenda e, poiché le rape in America non erano molto diffuse, le sostituirono con le più comuni zucche.

zucca

La zucca che comprende i frutti di varie piante appartenenti alla famiglia delle Cucurbitacee, fu importata in Europa, dall’America, dai coloni Spagnoli. In Italia, il periodo di raccolta va da settembre a fine novembre.

L’ortaggio è largamente utilizzato in cucina, ma i suoi derivati sono noti da tempo in medicina naturale per le numerose proprietà curative. La polpa è diuretica, lassativa e lenitiva.

Contrariamente a quanto si possa pensare per via del gusto dolce, la zucca ha poche calorie, solo 18 Kcal per 100 gr. Per il 94,5 % è costituita da acqua e contiene pochi carboidrati, solo il 3,5% di parte edibile. Per questo è un alimento adatto anche a chi soffre di diabete o deve controllare la glicemia.

Come tutti gli ortaggi arancioni, è ricco di carotenoidi e vitamina A, un potente antiossidante, formidabile per la salute dell’apparato cardio-circolatorio. Nella zucca troviamo anche una quantità moderata di minerali come fosforo, magnesio e potassio. Buono anche il contenuto di vitamine del gruppo B ed E, utili per proteggere la pelle dall’ossidazione e dalle infiammazioni. Infatti la polpa di zucca frullata è usata per lenire le scottature.

Essa presenta anche delle proprietà sedative grazie al contenuto di alcuni amminoacidi come il triptofano, l’arginina, l’acido glutammico e aspartico. Adatta a chi soffre di ansia e di insonnia. Il consumo di semi di zucca o dell’olio spremuto a freddo, derivante dai semi, viene usato da tempo come rimedio naturale per eliminare i parassiti intestinali.

In cucina è usata in diverse culture e si presta a svariate ricette, come sanno bene le nostre bloggers.

Quelle più semplici sono al forno, al vapore, nel risotto o nelle minestre, fritta nella pastella o in vellutate da esaltare con spezie e semi di zucca. Particolarmente famosi sono i tortelli alla mantovana, ripieni dell’omonima varietà di zucca. Di questo ortaggio si possono usare i fiori, solamente quelli maschili, quelli cioè con il gambo, che dopo l’impollinazione sono destinati ad appassire. Si possono friggere impanati o in pastella, con ripieno o senza.

Comunque la si cucini, la zucca è una delizia sia per gli occhi che per il palato. Anche novembre ci permette di portare in tavola vegetali freschi, colorati e salutari.

zucca-