L’Acquario di Genova

Ci eravamo lasciati (ricordate?) con la famiglia LaTana che, recatasi a Genova, aveva scoperto La Città dei Bambini.
Ovviamente, non ti muovi dalla Terra di Mezzo, che poi è un paesino della Maremma Toscana, con due Patati, per andare a Genova se non sei intenzionato a vedere l’Acquario.

L’Acquario di Genova è famosissimo: pesci di ogni grandezza, dai più piccoli e colorati agli squali e ai cetacei!
Lungo un percorso più o meno “obbligato” si cammina a fianco di delfini, cernie, si salutano i pinguini, si seguono le razze, si scoprono habitat e comportamenti.

Genova - Acquario 4
Oltre agli animali ci sono anche acquari dedicati alle piante, che mostrano come spesso, anche nel mare, fauna e flora siano assolutamente complementari. In genere si rimane, grandi e bambini, assolutamente incantati dai colori e dalle varietà di un mondo che, tutto sommato, ci è ancora abbastanza sconosciuto.

Genova - Acquario 2

Tra le cose più suggestive e maggiormente apprezzate dai Patati ci sono state le meduse: piccolissime o grandi ma ugualmente spettacolari (ed altrettanto pericolose, nella realtà).

Genova - Acquario 1

Dopo la visita all’Acquario vi consiglio, generalmente inclusa nel biglietto che comprende più attrazioni, la Biosfera.

Come dice già il nome è una grande sfera che non passa davvero inosservata, al cui interno è stato ricreato un habitat tropicale. L’umidità è costante ed altissima (la fra e il Marito Paziente si sentivano praticamente a casa) ma si è a contatto con piante e con specie animali decisamente inconsueti da vedere.

genova - Acquario- sfera 1genova - Acquario- sfera 2

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Se poi non soffrite di vertigini e amate i panorami, vi consiglio vivamente la salita sul Bigo, che vi permetterà di godere sia della vista sulla marina e sulla zona del porto sia della parte retrostante della città, che a mio parere è urbanisticamente interessante!

Qualche considerazione va fatta, a margine: l’Acquario di Genova è piuttosto grande e impegnativo, anche dal punto di vista fisico, per un bambino. I bambini più piccoli potrebbero perdere l’entusiasmo dopo poco: a questo dovete essere psicologicamente preparati. Avere un bimbo cui piacciono i pesci e si incanta a guardarli nei negozi di acquari non offre garanzia di interesse in una visita che dura più di un’ora.

Genova - Acquario 3

Prima dei 6 anni è abbastanza difficile che i bambini dimostrino un vero interesse per quello che stanno vedendo e ci sta che si limitino a guardare semplicemente senza alcuna velleità critica o curiosità.
Se ci portate bambini piccoli, state attentissimi a non perderli di vista: le sale sono molto frequentate e in alcune parti ci possono essere degli affollamenti.

Vi dico questo perché il biglietto non è esattamente a buon mercato, pertanto è bene saperlo e valutare i pro e i contro prima di decidere se imbarcarsi nell’avventura 😉