Le pazze giornate della mamma

E’ arrivato settembre e per molti di noi è un po’ come l’inizio di un nuovo anno, dopo le ferie estive riprende il lavoro, la scuola per i nostri bambini e tutte le altre attività che scandiscono le nostre giornate, mese di ripresa…ma come si fa a far tutto?

Le mamme, eroine multitasking, si ritrovano spesso a fare un po’ di tutto, a pensare all’impegno successivo mentre se ne sta già portando a termine uno, a sciorinare una serie di imperativi ai nostri figli mentre si annuisce al telefono con un’amica, a portare il pranzo a tavola mentre si tengono a bada i miagolii del gatto, le mamme lo fanno.

Il cruccio per ogni mamma multitasking è quello di non avere a disposizione una giornata di 48 ore per fare bene e fare tutto, e soprattutto per non “trascurare” i propri bambini e dovergli dire delle volte qualche “dopo” di troppo. Le mamme multitasking non smettono mai di amare i propri cuccioli, e a volte vorrebbero mandare al diavolo tutto per godersi un’oretta di giochi e coccole, a volte ci riescono, altre sono talmente prese dalla routine da posticipare anche un momento così bello con i propri pargoli.

Spesso, e lo scopro sulla mia pelle con la mia bambina, i piccoli non capiscono il perché la mamma non accordi sempre la priorità ad ogni loro richiesta, si sentono “rifiutati” e ne nasce un capriccio che inevitabilmente costringe la mamma ad un piccolo stop…però che bello poter abbracciare i nostri figli e consolarli, una boccata d’ossigeno nel tran tran quotidiano.

Se solo in queste poche righe vi ci siete riviste in pieno, vi suggerisco un libro che può spiegare ai vostri bimbi la vita frenetica di ogni giorno e che vi aiuterà a rallentare un po’ per godervi del tempo di qualità con i vostri figli. Come sempre, anche questo è un libro che consiglio per i bambini ma che sarà di insegnamento anche per noi adulti.

IMG_8275

 

Il titolo, Le pazze giornate della mamma, la dice lunga su quello che si presenterà davanti ai vostri occhi una volta aperto il libro, anche i vostri bimbi “si e vi rivedranno” in alcune illustrazioni, in alcune espressioni. La mamma protagonista del racconto è una mamma come tante di noi, una mamma che fa a gara con il tempo per realizzare e stare dietro a tutte le cose che affollano le sue giornate, il lavoro, la casa, i figli e anche un marito che nel racconto fa molto “tappezzeria”.

Le illustrazioni sono molto ben fatte ed efficaci, ricche di particolari, soprattutto nella prima parte, quella frenetica per intenderci, e più lo sfoglierete con i vostri bambini, più arricchirete la storia di nuovi dettagli che magari avevate sorvolato, come i calzini sparsi sul pavimento al mattino e la colazione scomposta sul tavolo. Il racconto è breve e didascalico ma molto valido. Dalla frenesia delle prime pagine si passa con gioia ad un’atmosfera più rilassata, è il momento in cui la mamma riesce a ritagliarsi del tempo con i propri bimbi, come una fatina che compie una magia sorride, gioca, impasta un dolce, regalandoci delle immagini rilassanti e che non ci stancheremmo mai di guardare.

Impariamo dalla mamma di Margherita ed Eugenio, ogni tanto fermiamo le ore con delle coccole, con una passeggiata al parco, con balli scatenati e una gara di solletico e soprattutto a differenza della mamma protagonista del libro, impariamo a delegare ai nostri mariti, a renderli più partecipi, a dividerci i compiti in casa, questo gioverà a tutta la famiglia…animali domestici compresi.

Titolo del libro: Le pazze giornate della mamma

Autore: Elise Raucy

Illustratore: Estelle Meens

Editore: Aliberti Kids

Target di riferimento: Dai 4 anni

Ci piace perché: ci sentiamo un po’ tutte come la protagonista della storia

Lo consigliamo perché: aiuterà a spiegare ai bambini del perché di tanti “no” o “non ora”, ma soprattutto perché aiuterà a capire gli impegni della mamma e alle mamme che l’impegno più grande da non tralasciare sarà quello di ritagliarsi del tempo con i propri bimbi.

Una frase che ci ha colpito: “Qualche volta mamma ferma il tempo…

…e vorremmo che durasse per sempre!”