Le vacanze del Signor Rino

Agosto è da sempre sinonimo di vacanza, le attività si fermano, le città si spopolano e spesso si lascia la propria casa per andare a scoprire nuove località.
Ripensando alle mie vacanze da piccola ricordo che vivevo con emozione ma anche nostalgia questo momento, ero si entusiasta di andare in vacanza ma mi dispiaceva lasciare i miei amici, quelli con i quali condividevo la quotidianità ma, era bello anche tornare da loro e ritrovarli tutti lì pronti per vivere nuove avventure di gioco con me.

 

Le vacanze fanno fare ai nostri figli i conti con la separazione, gli amici, i nonni, i giochi e perché no anche la casa, tutto mancherà loro varcata la soglia ma, una volta in vacanza saranno così presi dal vivere una condizione nuova, tanto da accantonare il sentimento della malinconia.

Il ritorno sarà ancora più bello, riscoprire al rientro che gli amici sono ancora lì, i nonni pronti ad abbracciarli, i giochi sembreranno ancora più belli e la casa un porto dove ormeggiare in sicurezza e serenità.

 

La vacanza permette loro di apprezzare ancora di più tutte quelle cose e quelle persone che fanno parte della loro vita, il distacco, la separazione li renderà ai loro occhi ancora più importanti e ancora più speciali.

Solo con il rientro potranno apprezzare ciò che hanno vissuto in vacanza e l’importanza delle amicizie che aspettano impazienti.

 

Il libro che consiglio per imparare a fare questo tipo di esperienza è: Le vacanze del Signor Rino, Rino è un rinoceronte ingombrante e silenzioso che vive nello zoo, circondato da tanti amici animali, un giorno prepara il suo bagaglio e parte per la Savana, il suo luogo d’origine, con la promessa di non dimenticare gli amici che lascia allo zoo.

 

Questo libro è un libro maxi, grande ma…grande grande, la sua mole ricorda un po’ quella del suo protagonista ed è un libro essenziale e di poche parole, proprio come il Signor Rino, discreto e silenzioso nonostante la sua statura imponente e ingombrante.
Le illustrazioni a doppia pagina, sono davvero meravigliose, pochi tratti ma profondi…hanno la capacità di farci entrare nel mezzo del racconto e di vivere quei paesaggi con partecipazione e anche un po’ di stupore.

 

La bellezza dell’Africa narrata da queste immagini non è escluso che faccia vivere ai nostri bimbi il mal d’Africa, distese immense in cui far perdere lo sguardo, come il cielo stellato che sembra avvolgerci amorevolmente. E’ un libro senza grosse pretese, dalla storia semplice ma che non deluderà i nostri figli.

 

E’ una storia di amicizia ma anche della necessità di solitudine per focalizzarsi sulle cose belle e importanti della nostra vita. E’ un libro lento e riflessivo come dovrebbero essere in parte anche le vacanze, prendersi del tempo per leggere un bel libro, per pensare e per rilassarsi oltre, ovviamente, a divertirsi e fare tesoro di tutto ciò che di nuovo una vacanza può regalarci.

Scommettiamo che il prossimo viaggio lo prenoteremo tutti in Africa?

 

 

 

Titolo del libro: Le vacanze del Signor Rino

Autore: Raphael Baud

Illustratore: Aurélie Neyret

Editore: Valentina Edizioni

Target di riferimento: Dai 3 ai 7 anni

Ci piace perché: fa capire il valore dell’amicizia e di prendersi il proprio tempo per le cose che contano

Lo consigliamo perché: è un libro dal significato importante così come la sua mole e le sue illustrazioni davvero belle

Una frase che ci ha colpito: “Rino non aveva dimenticato la sua promessa. La sua vita, gli amici, i suoni e i colori erano lì”.