Leggi di Murphy applicate alla Nanna

 

Si sa che le leggi di Murphy regolano l’Universo.
Dalla fila in autostrada, che è sempre quella sbagliata, alla fetta di pane che cade sempre dal lato imburrato, la nostra vita è un’eterna conferma della validità di tali leggi.
Non so se qualcuno avesse mai provato ad applicare Murphy alla nanna dei bambini, oggi ci provo io e sono praticamente sicura che in pochi mi smentiranno.

 

1) Se tuo figlio dopo mesi di notti in bianco inizia a dormire improvvisamente tutta la notte, smetterà di farlo nel momento preciso in cui tu ti sei illusa che possa aver finalmente preso il ritmo giusto.
Corollario: non vantarti MAI di un figlio che ha iniziato a dormire, perché la notte stessa smetterà di farlo.

2) L’orario di sveglia di tuo figlio la mattina è inversamente proporzionale all’ora in cui tu sei andato a dormire la sera prima. Più hai fatto tardi tu, più lui si sveglierà presto.
Corollario: non sperare mai di poter dormire mezz’ora in più la domenica, specie se se sei uscito il sabato sera.

3) Paradosso di Morfeo: L’orario in cui si sveglia tuo figlio la mattina è inversamente proporzionale all’ora in cui è andato a dormire la sera. Se pensi che mettendolo a letto più tardi possa svegliarsi più tardi sbagli della grossa: se lo metti a letto più tardi si sveglierà ancora prima e sarà pure più rognoso per tutto il giorno.
Corollario: non sperare mai di poter dormire di più la domenica mattina, a prescindere da tutto.

4) Costante di Lorenzo: Se fatichi tutta la settimana per far alzare i tuoi figli per andare all’asilo, non temere: il sabato mattina avranno preso il ritmo e saranno in piedi all’ora giusta. Solo che l’asilo è chiuso e tu sei in ferie.
Corollario: non sperare mai di poter dormire nemmeno il sabato.

5) Osservazioni di Giusi: Un bambino è in grado di dormire su un letto di chiodi durante un rave party, ma se è nel suo letto basterà una farfalla che sbatte le ali dall’altra parte del mondo per svegliarlo.

6) Se hai due figli l’eventualità che tu riesca a farli dormire tutti e due contemporaneamente è pari a 1/100000000000000000000000000.

7) Se hai due figli, uno dei due si addormenterà presto e si sveglierà presto, l’altro si addormenterà tardi e si sveglierà tardi.
Corollario: tu andrai a dormire tardi e ti sveglierai presto. Ovvio no?

8) Il telefono squillerà nell’esatto momento in cui avete faticosamente addormentato il bambino, svegliandolo, e solitamente è la suocera. (vale anche per il citofono)

9) Se vi siete fatti dei programmi basati sulle abitudini di nanna dei bambini siete destinati a fallire perché il bambino cambierà abitudini. Fino a nuovo programma ovviamente

10) I bambini degli altri dormono solo a casa degli altri. Anche i vostri bambini dormono solo a casa degli altri.

11) Più il film è interessante, più vostro figlio si sveglierà durante.

12) Teorema del gatto (si applica infatti anche ai gatti addormentati) Se siete riuscite ad addormentare il Vostro bambino che ora vi dorme placidamente in braccio, vi scapperà la pipì.

Questo post mi è stato ispirato da mio figlio Lorenzo, con cui ho lottato un week end intero perchè dormisse, senza ottenere alcun risultato. Il lunedì pomeriggio mi ha accolto esultante all’asilo con una figurina in mano, premio ottenuto per essere stato il primo ad addormentarsi.

Se vi vengono in mente delle leggi che mi sono sfuggite (il sonno arretrato mi rende poco lucida) segnalatemele nei commenti, le aggiungerò col vostro nome.

 

leggi di Murphy applicate alla nanna