Mamme, e nonne, multitasking!

Mamme…e nonne multitasking!

Termine nuovo, ma concetto vecchio quanto il mondo! Oggi ci si fa più caso, però é sempre stato così: già dalla preistoria le donne facevano più cose contemporaneamente, andavano a caccia portando la prole attaccata al seno, procuravano il cibo per tutto il gruppo e nello stesso tempo, aguzzando l’ingegno, confezionavano pseudo-indumenti e coperte adoperando foglie di varie dimensioni a seconda del bisogno.

Oggi, per fortuna,abbiamo parecchi utensili ed elettrodomestici che ci aiutano, ma siamo sempre noi ad “incastrare” il loro uso dipendentemente da quello che dobbiamo fare: se poi si lavora fuori casa ( perché, sia detto per inciso,anche quello della casalinga è un lavoro a tempo pieno a tutti gli effetti e non solo non retribuito ma spesso neanche riconosciuto!) i problemi si moltiplicano e tocca, di solito,sempre a noi risolverli.

A questo punto entrano in funzione le nostre sei mani!
Spesso ci si mette a tavolino per organizzare il tutto seguendo il saggio consiglio del “minimo sforzo-massimo rendimento“, tenendo presenti i tempi di realizzazione, gli imprevisti e le esigenze dei vari componenti del nucleo familiare, che spesso danno tutto per scontato.

Possiamo provare a chiedere un minimo di collaborazione ma può capitare che, come diceva una mia collega:”…e il morto, interrogato, non rispose!” … In questo caso si rimboccano le maniche e si fanno più cose contemporaneamente: su un fornello la pentola per la pasta, su un altro una casseruola in cui preparare un sugo e, sul piano di lavoro accanto, l’occorrente per preparare un’insalata. Se si ha un forno a microonde dotato di funzione crisp che cuoce un pollo croccantissimo in circa 30 minuti o il pesce in trance in 8 minuti,possiamo dedicarci anche ad altre cose…

Il massimo,comunque,si raggiunge quando state scolando la pasta, che notoriamente DEVE essere al dente,e vostra madre o vostra suocera, a voi la scelta, vi chiama al telefono: per fortuna esistono i cellulari e i cordless, per cui dovete soltanto reggere l’ apparecchio tra spalla e testa e il gioco è fatto, la pasta è salva! 😀

…e con gli elettrodomestici come ve la cavate? qui veramente c’è bisogno di tutta la razionalità possibile, perché tutti insieme non si possono usare altrimenti si resta al buio e allora bisogna organizzare le varie priorità: bucato pesante ( lenzuola,tovaglie e asciugamani) di notte perché è quello che ha bisogno di maggior tempo, bucato leggero prima delle 7 del mattino per sfruttare la tariffa ridotta che finisce alle 8 e, infine,la lavastoviglie da adoperare sempre a pieno carico: meglio usare due servizi di piatti, bicchieri e posate che pagare una bolletta spropositata, non siete d’accordo?

Questi sono, oltre che spunti di piccola economia domestica, solo pochi esempi che, però, effettivamente condizionano la nostra vita ma….e quella dei possessori del “cromosoma Y“? provate a chiedere alla vostra metà di fare le stesse cose  con la stessa metodologia: o vi ammirano perché ci riuscite o vi dicono che non è possibile fare bene  anche solo due cose contemporaneamente!

Un’ ultima considerazione: se oltre a tutto il resto avete anche figli piccoli o nipotini e riuscite a fare tutto ugualmente, beh!, siete grandi!!!