#mammepiusport e la vita attiva

coni
Foro Italico Casa delle Armi

Sono stata una bambina fortunata. I miei genitori mi hanno sempre incoraggiato a fare tanto sport. Nel mio curriculum atletico posso riportare le seguenti discipline: danza classica, atletica, ginnastica artistica, karate, tai chi chuan e tanto tanto nuoto.

Ma la vera passione per me è rimasta la danza classica. Pur avendola praticata per un periodo limitato di tempo, l’amore per le punte e la musica classica mi sono rimaste nel cuore.

Mia figlia ha tre anni e mezzo e quest’anno ha iniziato il suo primo anno di propedeutica alla danza classica. Forse a causa del “lavaggio del cervello” che le ho fatto fin da piccolissima la sua passione per questa disciplina cresce ogni giorno. Ricordo con tenerezza ed orgoglio quando già a due anni ripeteva le performance viste in TV con la compagnia del Royal Ballett.
A parte lo scontato orgoglio genitoriale mi sento una madre fortunata e spero tanto che mia figlia possa trovare nello sport un punto di riferimento.

 

Credo sia necessario per noi genitori fare alcune riflessioni in merito a questo argomento.
Lo sport non è solo attività fisica pura e semplice, chi lo ha praticato con costanza sa benissimo che la disciplina sportiva implica, oltre all’impegno fisico, anche una componente sociale importantissima. L’umiltà, l’integrazione, la tenacia e anche la competizione sono solo una parte degli elementi che lo valorizzano. E’ un percorso di crescita che non dovrebbe mai abbandonare i nostri figli, soprattutto nella delicata fase dell’adolescenza quando la necessità di riferimenti diventa essenziale per il passaggio dall’infanzia al mondo degli adulti.
Fare sport non è essenziale solo per il corpo ma anche per la mente, questo concetto, seppur ovvio, ammetto di averlo metabolizzato tardi durante l’adolescenza quando mi sono avvicinata per caso alle discipline orientali. Grazie ad un bravissimo maestro sono riuscita a capire veramente come corpo e mente siano legati indissolubilmente.

mammepiusport

mammepiusport

 

 

 

 

 

 

 

 

Lo scorso giovedì ho avuto la possibilità di partecipare all’evento #mammepiusport organizzato dal CONI e da KinderpiùSport. Una giornata di confronto e dialogo, per parlare dell’importanza dello sport nelle vite nei nostri figli.

Dai dati che ci sono stati forniti dal CONI la situazione in Italia non è delle più rosee. Oltre ad essere gli ultimi in Europa nella pratica di attività sportive abbiamo anche un grosso problema che riguarda il sovrappeso e l’obesità infantile. In Italia il 49% dei bambini e il 42,9% delle bambine di 8 anni sono in sovrappeso; il 26,6% e il 17,3% soffre di obesità ( dati OMS).
Incredibile vero? Eppure il  clima mite  dovrebbe essere un fattore a nostro favore ma evidentemente non è sufficiente. Mi pare chiaro che l’unico modo per porre riparo a questa situazione sia la sensibilizzazione.
La campagna di KinderpiùSport è davvero di aiuto in questo percorso, dal 2005 ad oggi hanno focalizzato sui giovani le loro azioni per far capire quanto l’esercizio fisico quotidiano sia importante nel percorso di crescita. In questi anni il loro progetto ha coinvolto differenti discipline organizzando e sostenendo manifestazioni e competizioni sportive in tutta Italia. Vi invito a visitare il loro sito http://www.kinderpiusport.it/it/ per avere maggiori informazioni in merito alle loro attività e collaborazioni con federazioni e istituzioni sportive.

mammepiusport
Annamaria Marasi
mammepiusport
Carlton Myers

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Mi ha fatto un immenso piacere aver partecipato a questo incontro, ho visto che esistono mamme che come me sono convinte che il bene dei nostri sia anche e soprattutto legato al benessere fisico che solo un’attività sportiva costante può darti. Ho avuto modo di ascoltare le esperienze dirette di sportivi (ma anche genitori) come Annamaria Marasi e Carlton Myers impegnati ogni giorno nella campagna di sensibilizzazione allo sport giovanile. E sono anche contenta che in Italia grazie all’impegno del Coni e della Ferrero l’attenzione sui giovani sia sempre in primo piano.

 

 

mammepiusport

mamme blogger coni43

 

 

 

 

 

 

 

Da genitore sento la responsabilità di far comprendere a mia figlia quanto tutto ciò sia essenziale. Lo sport è una parte fondamentale dell’educazione alla vita e per il bene dei nostri figli non possiamo permetterci di ignorarla, anzi, credo che nell’attuale situazione nazionale sia ancora più necessario far capire alle Istituzioni che le riforme della scuola dovrebbero comprendere una maggiore attenzione anche al benessere fisico dei cittadini più piccoli.

Non è la prima volta che noi Instamamme parliamo dell’importanza di uno stile di vita attivo, già in passato abbiamo avuto modo di portarvi ad esempio la nostra esperienza di genitori ( Adriana,  Francesca, la nostra pediatra PeddyFra e  Viviana) e continueremo a parlarne anche in futuro perché sappiamo quanto sia giusto e doveroso farlo.

 

mammepiusport
Le #mammepiusport