Matrimonio green: piccola guida alle nozze ecologiche

Per organizzare una matrimonio green, ecco i consigli della nostra @unamammagreen: tante idee dalle bomboniere ad addobbi e location

Sognate un matrimonio da favola, ma non vi piace l’idea di sprecare e inquinare? Non vorreste mai rinunciare al vostro giorno perfetto, ma dovete fare i conti con un budget ristretto? La soluzione è organizzare un fantastico matrimonio green, leggero per l’ambiente e per il vostro portafogli. Ecco qualche consiglio per rendere più ecologiche le vostre nozze.

Partecipazioni
Gli inviti più green sono elettronici, da mandare via mail evitando sprechi di carta. In alternativa, è possibile optare per partecipazioni in carta riciclata, oppure “solidali”, come quelle proposte da numerose associazioni benefiche e ambientaliste.

Gli abiti
Un abito da sposa, di solito, finisce con l’essere indossato soltanto per poche ore. Per evitare un grosso spreco di materie prime – e di soldi – è possibile optare tra tante opzioni più sostenibili, che vanno dal classico vestito a noleggio al recupero di un capo vintage appartenuto alla madre o alla nonna. In alternativa si può scegliere un modello riutilizzabile, magari dopo qualche piccola modifica in sartoria, oppure un abito realizzato con tessuti naturali ed ecologici, come il cotone organico, la seta prodotta con tecniche sostenibili, la canapa o, nei mesi più freddi, la lana. Al bando, naturalmente, pellicce e pellami. Per lo sposo, basterà scegliere un completo da poter poi, una volta messo l’anello al dito, riutilizzare in molte altre occasioni.

Location e spostamenti
Scegliere, per i festeggiamenti, una location il più possibile vicina al municipio o alla chiesa è un buon sistema per contenere l’impatto ambientale del proprio matrimonio green. Se possibile, aiutate gli invitati ad organizzare tra loro una specie di car pooling, riempiendo al massimo le aiuto che costituiranno il “corteo nuziale”. Ancora meglio, se il budget e la logistica lo permettono, affidarsi a un pullman a noleggio che conduca gli ospiti sul luogo della festa. E, per gli sposi, meglio fare a meno di noleggiare inquinanti macchine sportive. Meglio, magari, una fiammante vettura ibrida, oppure un paio di romanticissime biciclette.

Fiori e addobbi
Il primo consiglio è quello di moderare le quantità e di scegliere essenze locali e di stagione (la floricoltura e il commercio e il trasporto dei fiori sono attività molto inquinanti ed energivore), ma volendo si può anche optare per alternative più sostenibili, come l’uso di piante in vaso al posto di fiori recisi, oppure di addobbi realizzati con materiali come carta, rafia, metalli o prodotti di recupero. Anche il bouquet può essere confezionato utilizzando, al posto dei fiori, scarti di stoffa, bottoni, carta e altri materiali.

Il banchetto
A prescindere dallo stile scelto per il rinfresco nuziale, la parola d’ordine in un matrimonio green è “non esagerare”. Meglio evitare, dunque, di proporre agli invitati un pasto pantagruelico, che avrebbe il solo effetto, oltre ad appesantire i commensali, di far finire un sacco di cibo nella spazzatura. Valutate, inoltre, la possibilità di chiedere al ristorante delle “doggy bag” che permettano agli invitati di portare via gli eventuali avanzi, oppure accordatevi con associazioni benefiche per il ritiro e la distribuzione degli alimenti rimasti intonsi. È poi importante inserire nel menu prodotti di stagione e a chilometro zero, e prevedere un’alternativa vegetariana o vegana per chi non mangia derivati animali. La scelta di un ingredienti bio, infine, può rendere ancora più verde la tavola delle vostre nozze.

Le bomboniere
I cadeau de mariage – una volta si chiamavano bomboniere – sono inutili per definizione. Perché, allora, non pensare di farne a meno, destinando la cifra prevista per il loro acquisto a una delle tante associazioni benefiche che offre confetti o pergamene “solidali”? In alternativa, potete optare per un oggetto realizzato in casa, oppure per una bomboniera che abbia una reale utilità, come un libro o un piccolo gadget. Altre opzioni come souvenir del vostro matrimonio green includono specialità enogastronomiche locali, oppure piante o bonsai, che contribuiranno anche ad assorbire una parte delle emissioni di gas serra del vostro ricevimento di nozze.

La luna di miele
Se puntate a un matrimonio green, anche il viaggio di nozze dovrebbe essere organizzato secondo criteri di sobrietà e consapevolezza. Evitate i pacchetti troppo standardizzati, i grandi resort all inclusive e le navi da crociera e, se potete, preferite una destinazione vicina. Scegliere strutture ricettive piccole e gestite da autoctoni è sempre un buon modo per viaggiare in modo responsabile. Assaggiate i cibi locali, mescolatevi alla gente del posto e rispettate la natura. Oltre che sostenibile, la vostra luna di miele sarà senz’altro indimenticabile.