Mostriciattoli ed Elettrostaticità

Piccoli esperimenti a portata di bambino: la magia dell’ elettrostaticità.

Ciao a tutti!
Oggi sono felice di proporvi qualcosa che sembri un po’ magico, vale a dire un esperimento scientifico! E, come primo esperimento per bimbi – qui su Instamamme – ho deciso di mostrarvi l’elettricità statica: quella cosa che fa elettrizzare i capelli quando li pettiniamo, per non parlare delle scosse sulla portiera della macchina, sui carrelli della spesa o quando ci tocchiamo tra di noi. Proprio quella!

ETA' - 3A.JPG

COSA USARE?

Per questo gioco avete bisogno solo di un pezzettino di plastica, purché sia molto sottile e leggero: vi consiglio un ritaglio di pellicola da cucina, un ritaglio di una busta per raccoglitori oppure un ritaglio di una bustina del supermercato (quelle per frutta e verdura).

PIU’ PRECISAMENTE:

Questo gioco, in realtà, è una dimostrazione dell’esistenza dell’elettricità statica, una forza un po’ magica capace di attirare piccoli oggetti.

Articolo3_1

COME SI PROCEDE:

Il gioco avrà inizio solo dopo aver strofinato (energeticamente) il pezzettino di plastica contro un oggetto di natura diversa (panno in lana o pile o, come vedrete nel video, capelli) che cederà i suoi elettroni (cariche negative) al pezzettino di plastica, in modo da farlo diventare una sorta di minuscola calamita.

Non mi dilungherò oltre sulle spiegazioni scientifiche, ma sappiate che dopo lo strofinio avrete in mano una plastica magica e appiccicosa che vorrà sempre stare attaccata sulle vostre manine e sulle vostre braccia.

Prima dello strofinio ho disegnato sulla plastica un mostriciattolo, in modo che sembrasse il mio (e della mia bimba) animaletto da compagnia. Non voleva più lasciarci!

Non dimenticate di farci vedere i risultati ottenuti da vostri bimbi taggandoci su Instagram! #instamamme #instamamme2

Articolo3_3

Stupitevi con la scienza e divertitevi!

Articolo3_4