Ostruzione pediatrica: prevenire è meglio!

Delle manovre di disostruzione pediatrica ci siamo occupate quando ancora non avevamo un sito. Questo articolo, redatto in collaborazione con il Dott. Squicciarini è uscito inizialmente sulla nostra fanpage, quando ancora di disostruzione non si parlava molto. Per fortuna, da allora la sensibilità è cambiata e i corsi di disostruzione sono sempre più frequenti, si parla di manovre di disostruzione in tv, sui social network, sui giornali anche se, purtroppo, a seguito di terribili fatti di cronaca che hanno per protagonisti bambini che avrebbero, forse, potuto essere salvati.

Oltre alle importantissime manovre salvavita da studiare, ripassare e diffondere, vi sono però delle accortezze da usare per prevenire un’ostruzione accidentale e, si sa, che prevenire è sempre meglio che curare.

Vediamo allora quali norme e comportamenti ci possono aiutare a proteggere i nostri bambini.

 

CIBO

Il cibo è il principale responsabile delle ostruzioni.

E’ importante tenere a mente che un bambino con un’ostruzione totale delle vie respiratorie, un bambino che sta quindi soffocando, può non fare nessun rumore, quindi è importante SEMPRE supervisionare un bambino che mangia.

Norme di buon senso, oltre che di educazione, sono quelle di dare alcune regole ai bambini:

– si mangia SEDUTI, non si corre, salta, gioca o altro quando si mangia. Bisogna insegnare a prestare la giusta attenzione al cibo ai bambini, non si dovrebbe nemmeno guardare la tv. Mangiare è un compito che richiede attenzione e più i bimbi sono piccoli, più bisogna evitare che si distraggano

il cibo non è un gioco: non si gioca col cibo, i giochi come riempirsi troppo la bocca, fare a gara a chi mangia più veloce, tirare in alto e prendere al volo il cibo può essere molto pericoloso

– bisogna insegnare a masticare bene e a non parlare o ridere con la bocca piena.

 

Altri accorgimenti importanti sono quelli di evitare di dare ai bambini alimenti lisci e duri come le arachidi o le verdure crude, che richiedono lunghi cicli masticatori, almeno fino ai quattro anni.

Evitare o prestare attenzione ai cibi piccoli e lisci come gli acini d’uva, i pomodori pachino, i poc corn, le caramelle in generale, le olive.

Le noccioline sarebbero da evitare fino ai sette anni, la gomma da masticare, invece, non è mai appropriata per i bambini.

Il cibo va sempre tagliato in piccoli pezzi e bisogna insegnare a bere liquidi durante i pasti, anche mai quando si ha la bocca piena.

 

GIOCATTOLI

Tutti i piccoli oggetti sono potenzialmente pericolosi, perchè i bimbi piccoli mettono tutto in bocca quindi va prestata grande attenzione ai giocattoli e alla loro etichetta. Quando ci sono fratelli più grandi occorre aumentare l’attenzione per i piccoli oggetti o piccole parti che possono essere lasciate in giro.

Gli oggetti più pericolosi sono

palloncini sgonfi

– spille

– monete

– biglie e palline

– tappi di penne (ora li fanno col buco proprio per la loro pericolosità)

piccole pile a pastiglia, pericolose anche per gli acidi che rilasciano: attenzione massima!

 

La super visione permette sempre un intervento tempestivo e può scongiurare il peggio!

Per finire, un link: ecco le foto della Bacheca dell’Ospedale Bambin Gesù di Roma, con tutto ciò che è stato estratto dagli stomaci dei bambini!

Ospedale Bamibin Gesù: In mostra gli oggetti ingeriti dai bambini

 

Oggetti ingeriti dai bambini