Pannolini lavabili: 5 idee per sopravvivere all’inverno

Per chi usa pannolini lavabili l’inverno e le mezze stagioni in cui i panni non asciugano facilmente, possono diventare un vero incubo. Ecco qualche dritta per sopravvivere e non rinunciare all’impresa

I mesi invernali (e ancor più quelli autunnali, quando il meteo è spesso capriccioso, ma i caloriferi sono ancora spenti) possono rendere un po’ più difficoltosa la gestione dei pannolini lavabili, specialmente per quelle famiglie che non hanno a disposizione un’asciugatrice. Ma è possibile, con qualche semplice accorgimento e un po’ di esperienza, sopperire alla mancanza di sole e caldo senza troppi problemi.

Scegli i modelli giusti
Sul mercato esistono moltissimi modelli di pannolini lavabili, pensati per soddisfare tante esigenze diverse: praticità d’uso, età del bambino, assorbenza e, appunto, rapidità di asciugatura. Quando piove spesso e il sole si fa desiderare, può essere utile puntare su modelli “scomponibili”, che asciugano più velocemente, come i pocket o i cosiddetti “all in two” (ai2). Dividendo il pannolino in diversi strati (guscio esterno impermeabile e uno o più inserti assorbenti), i tempi si accorciano sensibilmente rispetto, ad esempio, al classico “all in one” o alla maggior parte dei “fitted” (pannolini assorbenti sagomati da abbinare a una cover impermeabile). Avere a disposizione qualche muslin di scorta, i classici teli quadrati in mussolina di cotone, può inoltre rivelarsi strategico nelle situazioni di emergenza: si asciugano molto rapidamente e, ripiegati nel modo opportuno, sono perfetti da usare con delle cover o anche per farcire i pocket.

Centrifuga senza (troppa) paura
Se i pannolini sono di buona qualità, è possibile centrifugarli in lavatrice senza il rischio di danneggiarli. È bene, però, adottare qualche accorgimento: limitare la potenza della centrifuga (meglio non andare oltre i 1000 giri) e, se possibile, togliere le cover in pul prima di centrifugare.

Differenzia i materiali
Gli inserti assorbenti in fibra naturale, come canapa, bambù e cotone, sono di solito molto assorbenti, ma richiedono tempi di asciugatura piuttosto lunghi. Può essere utile, soprattutto nei mesi invernali, associarli a degli inserti in microfibra che, oltre ad assorbire e drenare il bagnato molto in fretta (una caratteristica importante, specie per bambini più grandicelli), asciuga velocemente. È fondamentale, in ogni caso, ricordare di non usare mai la microfibra direttamente a contatto con la pelle, perché la seccherebbe troppo (si possono inserire ad esempio dei veli in micropile tra il sederino del bebè e l’assorbente in microfibra).

Stendi con attenzione
Quando il maltempo imperversa e il bucato va steso in casa, è possibile ricorrere ad alcuni piccoli trucchi che permettono di accelerare (e migliorare) l’asciugatura dei pannolini lavabili, e non solo. Prima di tutto, si dovrebbe evitare di “ammassare” i panni bagnati sullo stendibiancheria, distanziandoli il più possibile tra loro, compatibilmente con lo spazio a disposizione. È buona norma, inoltre, posizionare lo stendino in una zona della casa che gode di una buona aerazione, magari anche vicino a una finestra che può restare leggermente aperta almeno per qualche ora al giorno. Gli inserti assorbenti possono anche essere stesi vicino ai caloriferi (meglio non a contatto, a parte le situazioni di emergenza), ma attenzione: il calore dei termosifoni rovina lo strato impermeabile dei gusci e delle mutandine esterne.

Programma i lavaggi
Un minimo di programmazione settimanale delle lavatrici permette senz’altro di semplificare la gestione dei pannolini lavabili durante i mesi invernali. È possibile, ad esempio, decidere di far concludere il lavaggio nelle ore in cui i caloriferi sono in funzione, sfruttandoli poi per velocizzare l’asciugatura.

L’ultimo consiglio, apparentemente banale ma il più prezioso, è quello di sfruttare ogni giornata di cielo sereno: oltre ad asciugare più in fretta i pannolini, infatti, il sole li igienizza, li smacchia e li sbianca. In modo del tutto ecologico e gratuito.