I nati ieri e quelle cose lì

Quelli non proprio nati ieri, ma quasi, hanno mille idee per la testa sui fatti del sesso: i perché, i come, le leggende, le bugie, le paure, i confronti. E gli adulti non rispondono o sgridano, si imbarazzano oppure sono più complicati di un’enciclopedia! Ecco la storia di cinque simpatici “nati ieri” per avvicinare i bambini a questo argomento in modo divertente e delicato.

Ancora oggi a distanza di anni, anni e anni dalla mia giovinezza scopro che parlare di sessualità ai bambini rappresenta ancora un grosso tabù.
Ci siamo evoluti, affrontiamo tematiche scottanti come il femminicidio, la guerra, la violenza ma ancora non riusciamo a parlare di sesso con le nostre creature. Pensiamo sia un argomento difficile da affrontare ma tutti siamo d’accordo che certe cose è meglio saperle dai propri genitori che scoprirle in giro.

Dovremo vergognarci del mondo che stiamo lasciando nelle loro mani, piuttosto che vergognarci nel lasciare a loro una maggiore consapevolezza del corpo e della natura. La crescita, la maturità sessuale e gli istinti sono naturali e dovremo sforzarci di essere quanto più naturali anche noi nell’affrontare certe tematiche.

 

A supporto, vi consiglio il libro a fumetti I nati ieri e quelle cose lì. – Ovvero tutto quello che i ragazzini vorrebbero sapere sul sesso (ma col cavolo che qualcuno glielo ha spiegato). Con un po’ di intraprendenza e con l’aiuto di questo libro il risultato è garantito, d’altronde ce l’abbiamo già fatta a debellare cavoli e cicogne, facciamo cadere altri tabù e storielle per non affrontare l’argomento.

Di tabù non ne hanno di certo le pagine del libro, che tra un fumetto e l’altro non tralasciano nessun argomento, fornendo a noi genitori ancora poco “disinibiti” la possibilità di far dire al libro quello che ancora non osiamo dire. Tutto parte dal piacere, e insegna ai ragazzini a riconoscerlo e a soddisfarlo.

I disegni e i testi parlano chiaro, non si nascondono dietro un dito, spesso fanno nascere una risata quando si ritrovano a ridicolizzare noi adulti e i nostri stupidi tabù, è un libro che sta dalla parte dei nostri figli e che va letto con il supporto di noi genitori.

Se pensate che sia ancora troppo presto, fate come me. Acquistatelo, leggetelo e riponentelo sullo scaffale. Quando meno ve lo aspettate sarete pronti a leggerlo insieme, magari tutto d’un fiato o magari a seconda dell’argomento che ha sollevato la domanda.

E su…facciamoli cadere questi tabù.

 

Titolo del libro: I nati ieri e quelle cose lì

Autore: Laura Magni

Illustratore: Roberto Luciani

Editore: Carthusia

Target: dai 7 anni

Ci piace perché: è immediato e simpatico e parla con naturalezza ai nostri figli.

Lo consigliamo perché: l’educazione sessuale è un insegnamento che si deve affrontare in famiglia.

La frase che ci ha colpito : A colpirci è stato il sottotitolo: Ovvero tutto quello che i ragazzini vorrebbero sapere sul sesso (ma col cavolo che qualcuno glielo ha spiegato).