Dimmi quanti figli hai e ti dirò dove vivi.

La nostra mamma expat vive a Parigi da quasi 4 mesi e quello che ha palesemente notato è che in Francia c’è la tendenza a fare più figli rispetto all’Italia.

Ciao, mi chiamo Alessia.

Ho due figli: un maschio, di quasi 4 anni, ed una tortellina di 9 mesi.
A Parigi sono un’aliena, perché ho “solo” due figli.
Qui due figli sono proprio il minimo sindacale, con tre già rientri nella normalità. Più frequenti le famiglie numerose; quelle che quando vai a trovarle devi farti uno schema dell’albero genealogico per ricordarti i nomi di tutti i componenti.

Molte delle mamme multifiglimunite che conosco sono donne in carriera, altre felicemente casalinghe. Con il loro ben da fare dovendo seguire 4 o 5 figli. Più che una famiglia una squadra di basket.
Io con due, sono una principiante. Almeno rientro nella media figlionumerica delle mamme italiane che vivono nella capitale francese.

A Versailles pare che la tendenza ad avere più figli sia ancora maggiore.
La mia amica Béranger ne ha 5, di cui tre maschi, e vorrebbe il sesto.
Ammecy, la vicina, ne ha 9. Ma lei ha barato, infatti ha due coppie di gemelli.
Recentemente abbiamo trascorso un weekend tutti insieme in campagna, vi lascio immaginare. Fortuna che la casa era ben insonorizzata.

Non credo, e non so sinceramente, se le famiglie così numerose siano presenti su tutto il territorio francese o siano circoscritte alle zone che frequento, al quartiere dove vivo. Non conosco nemmeno- per ora- donne senza figli, bazzicando solamente scuole e parchi giochi (ed essendo qui da quattro mesi) mi pare ovvio il perché.

Oggi chiacchieravo con la mia amica Sthépane -3 figlie- mentre i bambini giocavano.
Mi ha chiesto quando farò il terzo figlio. Puoi cambiare paese, ma le domande non cambiano mai.
Per ora sto bene così.
Due è un buon numero.
Però potrei adottare un altro cane.