Philips Lumea Essential, ovvero a cosa puntare per Natale

Il Natale si avvicina e quest’anno so esattamente cosa consigliarvi di menzionare “casualmente” nelle vostre conversazioni finalizzate all’imbeccata per il regalo di Natale da ricevere dal consorte (perché, voi non lo fate?)

Ho infatti avuto  la gradita opportunità di testare l’epilatore a luce pulsata Philips Lumea Essential

Ciò che promette Philips Lumea Essential è oltremodo allettante: con la tecnologia della luce pulsata, l’utilizzo costate di Lumea permette di rallentare e addirittura eliminare la crescita dei peli superflui.

Vista l’enorme posta in palio quindi, mi sono applicata fin da subito ad utilizzare Philips Lumea Essential con costanza e a leggere attentamente il libretto delle istruzioni.

La prima buona notizia è che più siete pallide e scure di peli, più Philips Lumea Essential funziona (una bella rivincita, finalmente, per la mia categoria).

In realtà Philips Lumea Essential funziona per tutti i tipi di pelo, eccetto i biondi chiari e i rossi e relative carnagioni delicate e non funziona con le carnagioni troppo scure. Per tutti gli altri fenotipi, quelli più ampiamente rappresentati dalle nostre parti, Philips Lumea Essential promette di funzionare.

Philips Lumea si usa dopo il vostro abituale metodo di rimozione dei peli, anche dopo la ceretta.

Philips Lumea

Inizialmente si usa ogni due settimane, in una seconda fase basta una volta al mese.

Le modalità di utilizzo sono intuitive, in pratica esiste un solo tasto con cui si fa tutto in automatico, compreso il calcolo dell’intensità della luce dell’apparecchio, che si regola automaticamente sul tipo di pelle.

Si può usare in tutte le zone ad eccezione del viso e io ho testato l’epilatore su gambe, braccia, zona bikini e ascelle.

Ormai io lo uso da due mesi e posso serenamente affermare che Lumea Philips inizia a dare i risultati promessi.

Soprattutto su ascelle e braccia i peli stanno crescendo più radi e più lentamente, nelle gambe i risultati sono meno evidenti (ma ci sono ampie zone glabre che prima non c’erano) probabilmente perché la zona è più ampia, ma confido che entro la prossima estate la guerra al pelo sarà vinta.

Lumea Philips, utilizzato con costanza, fa quindi quello che promette, un bel sogno che si avvera, no?

L’epilatore ha un costo medio-alto ma sicuramente conviene tantissimo in proporzione a quanto potrebbe costare una singola seduta di epilazione con luce pulsata dall’estetista, con in più la comodità di poterlo usare a casa vostra quando volete e in tutte le zone che volete.

Insomma, Philips Lumea Essential ha superato l’esame

Qui il link per comprarlo su Amazon

Qui il link al sito Philips per maggiori informazioni.

 

P.S. Se avete mariti poco recettivi ai suggerimenti subliminali, vi consiglio la condivisione del post su Facebook oppure direttamente l’invio in mail

 

 

Philips Lumea