Piccola guida per Ecoschiappe

Siete anche voi delle eco-schiappe? Ecco un breve test per scoprirlo: – non conoscete la raccolta differenziata? – lasciate il rubinetto aperto mentre vi lavate i denti? – prendete l’auto anche per andare in cantina? – preferite la vasca alla doccia? – vi piace lasciare accese le luci di ogni camera? Ebbene, siete delle ecoschiappe!

Anno nuovo…buoni propositi nuovi, che poi si sa i buoni propositi sono fatti per essere anche un po’ disattesi, ma non quelli che vi propongo con questo libro, questi sono attuabili per tutta la famiglia e sono un qualcosa che potremo regalare a noi stessi, al nostro ambiente, ai nostri figli e ai figli dei figli e così via.

 

Mi è capitato di recente di dover spiegare a mia figlia quattrenne cosa fosse lo “spreco alimentare” e così ho pensato che potesse essere una buona, anzi una buonissima idea toccare altri punti importanti per imparare a non sprecare l’acqua, per imparare ad avere amore e rispetto per l’ambiente e imparare come fosse un gioco a fare la raccolta differenziata.

 

Ho così scovato un libro che potesse aiutarmi in questo percorso di buoni propositi da attuare per il nuovo anno: Piccola guida per ecoschiappe, niente risatine…ognuno di noi ogni tanto per pigrizia si trasforma in un’ecoschiappa.
Chi è un’ecoschiappa? E’ un animale esotico? Un mostro tremendo? Un insetto velenoso?…è così che inizia il libro nella prima di copertina.

 

img_9291
Io direi che ecoschiappe, siamo noi quando sprechiamo l’acqua lasciando scorrere il flusso mentre ad esempio laviamo i denti, questo libro ci aiuterà a capire in cifre quanta acqua sprechiamo, siamo ecoschiappe proprio come il protagonista del racconto quando fingiamo di non vedere che il nostro cane ha fatto “cacca” (passatemi il termine) sul marciapiede non raccogliendo i suoi bisogni, non so voi ma io di ecoschiappe di questo tipo ne incontro tante ogni giorno.

 

Il protagonista è Mister Ecoschiappa e lo seguiamo in maniera itinerante nel corso della sua giornata, al risveglio quando si lava, alla passeggiata al parco con il suo amico peloso, al supermercato e di conseguenza al momento del pranzo, alle uscite in auto anche quando potrebbe fare pochi passi a piedi o meglio ancora in bicicletta.
Secondo voi come si comporta il protagonista alle prese con il riciclo dei rifiuti? Persino il suo cane Rambo sembra essere più attento ed intelligente di lui.

 

Per ogni tema trattato, in maniera molto simpatica e coinvolgente, ci sono degli approfondimenti del professor Coscienza che ci aiuta a capire che gli sprechi non sono mai la situazione migliore e che vanno ridotti in maniera attenta e consapevole, e questo per fortuna alla fine del libro lo capirà anche Mister Ecoschiappa che si trasformerà in un Ecoeroe.

 

Perché non trasformarci tutti in Ecoeroi, che a quanto si dice nel libro la ecoeroite è contagiosa? Leggete insieme ai vostri figli questo libro e stilate i vostri buoni propositi per il nuovo anno, di quelli che non vanno disattesi e che richiedono impegno e responsabilità e forse pian piano qualcosa faremo per il nostro mondo.
Ma soprattutto, vale la pena vivere da Ecoschiappe o da Ecoeroi?
Decidete voi da che parte stare.

 

Titolo del libro: Piccola guida per Ecoschiappe

Autore:  Eliza Saroma-Stepniewska, Iwona Wierzba

Illustratore: Emilia Dziubak

Editore: Sinnos

Target di riferimento: Dai cinque anni

Ci Piace perché: in maniera divertente vengono a galla i nostri “ecopeccati”.

Lo consigliamo perché: è un “ecogalateo” divertente al quale dovremmo attingere tutti.

La frase che ci ha colpito: “Il mondo è pieno di sbagli? E’ pieno di ecoschiappe? Non aspettate un minuto di più: TRASFORMATEVI IN ECOEROI!”