Piccole donne crescono: assorbenti ecologici a prova di teenager

Momento di passaggio tra l’infanzia e l’età adulta, oggetto da sempre di falsi miti e leggende popolari, argomento frequente nelle chiacchiere tra donne, le mestruazioni sono, per ragioni pratiche ma anche simboliche e psicologiche, un aspetto cruciale nella vita di una ragazza che diventa “grande”. Con la loro potenza evocativa, ma soprattutto con tutte le implicazioni pratiche che si portano dietro, le perdite mensili possono essere fonte di fastidi e problemi, oltre che di un notevole impatto ambientale a causa delle grosse quantità di assorbenti usa e getta non riciclabili. Ma le alternative più green e salutari non mancano.

assorbenti lavabili

Coppetta mestruale
Non esistono reali controindicazioni all’uso della coppetta mestruale (ne abbiamo già parlato qui) da parte delle adolescenti, anche se sarebbe sempre meglio consultare prima un ginecologo o un’ostetrica. In commercio, tra l’altro, ne esistono versioni più piccole e in materiali più flessibili, studiate appositamente per le teenager. Tuttavia è possibile che una ragazza molto giovane si senta a disagio di fronte a un dispositivo del genere, o che abbia difficoltà insormontabili nell’utilizzarlo. In questi casi, è meglio optare per i classici assorbenti, in attesa di acquisire la confidenza necessaria col proprio corpo per passare alla coppetta.

Assorbenti e tamponi in cotone organico

Sul mercato sono disponibili proteggislip, assorbenti e tamponi (nonché assorbenti post parto, ma personalmente spero sempre che un’adolescente non si trovi ad averne bisogno) realizzati al 100% – dentro e fuori – in cotone biologico, biodegradabili senza materie prime sintetiche, senza fibre chimiche superassorbenti (i famigerati SAP o SAF, le stesse sostanze contenute nei pannolini usa e getta che sono responsabili di dermatiti e reazioni allergiche), meglio ancora se privi anche di profumo. Oltre che più ecologici dei concorrenti “tradizionali”, gli assorbenti organici sono di norma meglio tollerati dalla pelle, e questo vale sia per le giovanissime che per le donne più mature. Si trovano di solito nelle farmacie e nei supermercati più forniti, ma anche in molti shop online e negozi di prodotti bio, ma occorre sempre verificare che siano presenti le certificazioni della filiera del biologico. Il costo è in genere più alto dei concorrenti “in plastica”.

Assorbenti e proteggislip lavabili

Se gli assorbenti in cotone biologico prevengono irritazioni cutanee e reazioni allergiche, non risolvono comunque il problema della produzione dei rifiuti. Una possibilità ottima da questo punto di vista è quella degli assorbenti lavabili: generalmente realizzati in cotone organico, si possono mettere in lavatrice e sono disponibili modelli con diversi gradi di assorbenza, spessori e stili (ce ne sono anche con vivaci stampe natalizie o con le fantasie più alla moda). Sul mercato sono reperibili anche tamponi lavabili, mentre in rete si trovano tutorial per realizzarli in casa con una semplice macchina per cucire.