Quando la romantica colazione a letto si trasforma in una coccola di famiglia

La colazione a letto quando eravamo solo una coppia era un semplice rituale legato alla pigrizia con un tocco di romanticismo ma con l’arrivo dei nostri figli la colazione a letto di domenica è diventata una coccola necessaria per spezzare la frenesia della settimana.

Se c’è una cosa con cui mio marito mi ha sempre viziata è la colazione a letto nel week end. Non sono una dormigliona di natura ma pigra nel preparare il caffè alla mattina appena sveglia sì. Tanto che se so di essere sola il mattino seguente, alla sera preparo il caffè con la moka per poi scaldarlo con il latte (so che i più proveranno orrore per questa cosa ma nessuno è perfetto ) Essendo invece mio marito un grande appassionato di caffè, appena ha colto il mio andazzo sulla questione ha preso in mano la situazione ed è diventato l’addetto alla colazione.

colazione a letto Nuk

Finchè eravamo una coppia è sempre stato un appuntamento fisso del week end e a volte anche durante la settimana, perchè si sa in due tutto è più semplice.

La nascita di Matilde non ha modificato questa abitudine ma l’ha trasformata in un modo per sospendere lo stress quotidiano e ritagliarci del tempo per noi tre. Allattandola ogni mattina è stato naturale continuare a soffermarsi di più a letto con lei e con qualche incastro bere qualcosa di caldo come amo fare appena sveglia. Con il passare del tempo Matilde veniva coinvolta dal papà nella preparazione del vassoio, un gioco che ha sempre amato fare. L’ultimo arrivato, il piccolo Federico non ha potuto fare altro se non unirsi al banchetto domenicale.

colazione a letto Nuk

Per noi due era un semplice rituale legato alla pigrizia che la domenica porta con sé ma con l’arrivo dei nostri figli la colazione a letto è diventata in modo inizialmente inconsapevole una necessità. Interrompere il tran tran delle frenetiche mattine in cui spesso il papà non c’è e dedicarci del tempo esclusivo che sembra non essere mai abbastanza.

Durante l’inverno, con il freddo e la scarsa voglia di uscire davanti ad una giornata di pioggia diventa ancora più piacevole riunirsi sotto le coperte noi tre in attesa del grande vassoio. Succo di frutta per Matilde, caffè per me, biberon di latte per Federico e tre tipi di biscotti, solo la mia torta di mele mette tutti d’accordo quando c’è, ognuno ha i propri gusti e papà li conosce bene, è il suo modo per coccolarci.

colazione a letto Nuk

In questa occasione mi guadagno il premio di mamma più buona del mondo perchè permetto di mangiare i biscotti a letto, solitamente vietatissimo e me lo godo almeno finchè non capiranno che la domenica è anche il giorno del cambio biancheria!

Sono momenti di profonda felicità che porteremo sempre nel cuore tra i ricordi più dolci, ogni famiglia con gli anni costruisce le proprie tradizioni, questa è sicuramente una delle nostre.

colazione a letto Nuk

Ma è giusto anche adottare qualche accortezza per evitare che un momento piacevole si trasformi in fonte di stress con qualche disastro. Con Federico, noto pasticcione a tavola, posso stare abbastanza tranquilla perchè il suo biberon preferito, il NUK Nature Sense, arriva chiuso con il cappuccio protettivo che nemmeno se agitato rilascia gocce, quindi è a prova di entusiasmo, infatti abitualmente appena lo vede sul vassoio lui lo afferra e salta di gioia.

E’ ormai qualche mese che Federico utilizza il NUK Nature Sense e chi mi conosce sa che per molto tempo ha voluto il seno, ma il passaggio a questo dispositivo non è stato difficile poiché la tettarella di questo biberon ripropone il seno materno grazie alla punta molto flessibile e morbida come l’intera zona di appoggio e le tante piccole aperture che ricordano i dotti mammari assicurano un flusso naturale e fluido.

Federico ha compiuto due anni a fine estate e sta acquisendo più autonomia e con NUK, che aveva l’ambizioso obiettivo di avvicinarsi all’allattamento materno, gioisce di una sensazione naturale per la suzione tanto da essere il prescelto per il momento coccola del rilassamento serale e del risveglio.

Il NUK Nature Sense è disponibile in due formati, da 150 e 260 ml con la bottiglia in propilene senza BPA e anche la tettarella è disponibile in due misure.

 

colazione a letto Nuk