Ricercamondo: scopriamo la scienza divertendoci!

Si può imparare divertendosi? Certo che sì: con il laboratorio Ricercamondo di Henkel i bambini si sono misurati con esperimenti e veri e propri protocolli scientifici, che possono essere seguiti anche in casa!

È cosa nota che per catturare l’attenzione dei bambini bisogna coinvolgerli in attività interessanti e divertenti. La pratica è sempre meglio della sola spiegazione, perché amano molto poter toccare con mano e fare esperienze di persona.

Proprio per questo prima ancora di partecipare all’iniziativa avevo capito che Ricercamondo sarebbe stato un grande successo! Perché univa la spiegazione alla pratica facendo fare ai bambini un vero e proprio esperimento scientifico.

Ecco com’è andata!

Il 23 Maggio, presso la Città dei bambini e dei ragazzi di Genova, si è svolto il laboratorio di Ricercamondo, una bellissima iniziativa promossa da Henkel per avvicinare i bambini al mondo della scienza.

La giornata ha avuto come protagonisti i bimbi della classe terza della scuola primaria “L’Albero Generoso” di Genova, e li ha resi “piccoli scienziati” per un giorno. Sì, perché Ricercamondo non è una semplice attività scolastica, ma molto molto di più.

Appena arrivati, i bimbi sono stati accolti dalle bravissime Giulia e Carolina che, dopo aver spiegato loro quello che avrebbero dovuto fare durante la mattinata e avergli fatto qualche domanda mirata a incuriosirli e risvegliare il loro interesse, hanno dato loro dei bellissimi camici bianchi e gli occhiali da scienziato, per farli calare nel personaggio e li hanno condotti nell’area adibita a laboratorio.
L’obiettivo era quello di riconoscere quali alimenti contengono amido, estrarlo e ricavare una colla, poi creare un foglio di carta riciclata.

Sui piccoli banchi i bimbi avevano davanti a sé provette, pipette, becher, e altri strumenti tecnici (incredibile come alcuni bambini sapessero già di cosa si trattasse e a che cosa servissero i singoli strumenti!).

ricercamondo

Il primo compito che avevano i bambini era quello di scoprire in quale tra gli alimenti proposti fosse contenuto l’amido e, chiaramente, dovevano farlo seguendo il metodo scientifico, con un vero e proprio protocollo di ricerca. La cosa che mi ha colpita maggiormente è stato l’interesse e il coinvolgimento che tutti i bimbi hanno dimostrato fin da subito, lavorando con attenzione, ma al tempo stesso osservando il tutto con espressione meravigliata e divertita.

ricercamondo

Una volta imparato come individuare l’amido, i bimbi hanno preparato diversi campioni degli ingredienti proposti e li hanno aggiunti in una provetta, che hanno poi riempito di acqua. A questo punto hanno scritto nella tabella che serviva per registrare i vari passaggi le loro ipotesi e, infine, hanno aggiunto in ciascuna delle provette una sostanza reagente. Le provette che cambiavano colore, ovviamente, erano quelle che contenevano l’ingrediente con l’amido. Cereali e patate, il risultato.

ricercamondo

 

Carolina e Giulia hanno poi mostrato ai bambini l’amido in purezza, ricavato appunto dalle patate (fecola) o dal mais (amido di mais), creando una vera e propria colla.

Dopo una breve pausa i bimbi sono tornati ai loro posti per scoprire come si realizza un foglio di carta riciclata partendo da cartoncino e acqua. Anche per questa attività li ho visti davvero coinvolti e divertiti e felicissimi del risultato ottenuto.

ricercamondo

ricercamondo

Avendo avuto il compito di seguire l’attività e fotografare i bimbi durante tutta la mattinata, non ho potuto fare a meno di notare le loro espressioni soddisfatte e realizzate, interessate e coinvolte in tutto ciò che si apprestavano a fare. Non è stata una semplice attività scolastica, altrimenti ci sarebbe stato qualcuno disattento… ma al tempo stesso non è stato nemmeno solo “un gioco“… È stato l’insieme di entrambi, che ha permesso a Ricercamondo di trovare il giusto equilibrio per stimolare e guidare l’interesse dei bambini verso la scienza in modo divertente e coinvolgente.

Se qualcuno avesse voglia di ripetere gli stessi esperimenti a casa, qui trovate tutte le istruzioni e i materiali che occorrono. Buon divertimento!

ricercamondo