La salute orale parte dalla pancia!

E’ credenza diffusa non frequentare studio dentistico durante una gravidanza ma è un atteggiamento profondamente sbagliato. Il consiglio migliore che si possa dare ad una donna che voglia programmare una gravidanza è proprio quello di curare ogni patologia orale in corso.
L’organismo femminile, durante la gestazione, è sede di una serie di fisiologiche alterazioni che si possono tradurre anche in modifiche dei tessuti gengivali, gli ormoni estroprogestinici presenti nel circolo sanguigno agiscono sulle mucose uterine affinché si preparino ad accogliere il feto, che cresce rapidamente. Questo assetto ormonale agisce anche sulle mucose gengivali, rendendole particolarmente sensibili.
Un’igiene orale anche minimamente trascurata può portare a danni molto gravi per il cavo orale.
4_la salute orale parte dalla pancia
Il primo sintomo più diffuso è una gengivite gravidica che si traduce con gengive arrossate e gonfie che tendono a sanguinare durante lo spazzolamento, se questo sintomo non è correttamente trattato, si possono riscontare lesioni infiammatorie più importanti, come l’epulide gravidica o, nei casi più gravi, la parodontite, una patologia che compromette i tessuti di supporto del dente causandone la perdita.
Alcuni studi dimostrano una correlazione tra la patologia gengivale in atto e il parto prematuro, servono approfondimenti ma sembrerebbe che la carica batterica circolante nel flusso sanguigno comporti un parto pretermine con nascituro sottopeso.
E’, pertanto, molto importante che la futura mamma abbia un’igiene orale domiciliare molto scrupolosa, spazzolando i denti, utilizzando il filo interdentale e un collutorio al fluoro.
Un’altra patologia che può insorgere in gravidanza è la carie, causata da un più frequente consumo di cibo non seguito da un corretto spazzolamento. Bisogna fare attenzione quindi, anche al consumo di dolci e prediligere, quando si è lontane dallo spazzolino, spuntini a base di frutta.
Si consigliano, inoltre, due visite dal dentista/igienista durante la gravidanza:
• Nel primo trimestre:
Per verificare che non ci siano patologie in corso e programmare eventualmente la cura, anche provvisoria, dei denti più a rischio.
Per apprendere le nozioni fondamentali al fine di prevenire altre patologie.
• Durante il secondo trimestre per un’igiene orale professionale con applicazione topica di fluoro, qualora sia necessario.
La cura del cavo orale della futura mamma avrà conseguenti benefici sulla salute orale del bambino, poiché è inevitabile lo stretto rapporto tra i due (baci, posate durante la pappa, ecc..), quindi se la mamma ha una bocca sana anche il suo piccolo avrà una bocca sana!