Schiaccia all’uva

Attraverso la schiaccia all’uva abbiamo la possibilità di andare indietro nel tempo, questa è infatti una pietanza risalente al popolo Etrusco, semplice ma buonissima e d’effetto.

Il nostro appuntamento mensile con le ricette regionali vede protagonista ancora una volta la regione Toscana, vi illustrerò infatti come preparare una schiaccia all’uva.
Questa preparazione risale all’epoca Etrusca e fino ad arrivare ai giorni nostri ha subìto non poche modifiche, quella però che sto per descrivervi è la ricetta originale.
Questo antico lievitato è a base di pasta di pane ed uva , ed è reso goloso dall’aggiunta di zucchero e miele in superficie.
La facilità di esecuzione e la sua estrema e particolare bontà rendono la schiaccia all’uva una pietanza davvero adatta a tutti.
Grandi e piccini adoreranno infatti mangiare questa preparazione saporita.
Prima di passare al tutorial devo i miei ringraziamenti alla mia amica Nicla, senza la quale non sarei mai riuscita a reperire questa antica ed infallibile ricetta Toscana.

Ingredienti:
220 gr di farina 00
150 ml di acqua
2 gr di lievito di birra disidratato
300 gr di uva scura (già denocciolata)
20 gr di olio evo
2 ciuffetti di rosmarino
50 gr di miele millefiori
zucchero di canna q.b.

Tempo: preparazione 15′ circa – lievitazione 3h circa – cottura 15′ circa
Difficoltà: bassa

Procedimento:
Porre la farina in una ciotola capiente e far sciogliere il lievito nell’acqua
schiaccia all'uva

aggiungerlo alla farina ed impastare per qualche minuto
schiaccia all'uva

schiaccia all'uva

coprire quindi con la pellicola alimentare e far lievitare fino al raddoppio dell’impasto avendo cura di riporre la ciotola lontano da correnti d’aria (la temperatura atmosferica infierisce sull’andamento della lievitazione, quindi il raddoppio dell’impasto sarà più veloce in estate e più lento in inverno)
schiaccia all'uva

Nel frattempo lavare accuratamente l’uva, tagliare a metà gli acini ed eliminare i semi
schiaccia all'uva

schiaccia all'uva

lavare ed asciugare benissimo il rosmarino ed unirlo all’olio in un pentolino e far soffriggere il tutto per un paio di minuti, quindi togliere dal fuoco e far raffreddare
schiaccia all'uva

quando l’impasto sarà pronto
schiaccia all'uva

porlo su una spianatoia infarinata ed aggiungere l’olio privato dai rametti di rosmarino
schiaccia all'uva

schiaccia all'uva

ed impastare per bene in modo da far assorbire l’olio all’impasto
schiaccia all'uva

foderare ora una teglia con la carta forno ed oliarla in superficie.
Dividere l’impasto in due parti uguali.
Stenderne una metà d’impasto nella teglia e farcirla in superficie con gli acini d’uva in precedenza preparati e lo zucchero di canna
schiaccia all'uva

spianare ora l’impasto restante e coprire con quest’ultimo quello già sistemato in teglia
schiaccia all'uva

decorare in superficie con gli acini rimasti, lo zucchero di canna e il miele (qualora il miele fosse troppo duro potrete precedentemente scioglierlo a bagnomaria)
schiaccia all'uva

Infornare e cuoere in forno caldo a 220° fino a doratura.
A cottura ultimata sfornare e lasciar raffreddare
schiaccia all'uva

Potrete servire la schiaccia all’uva a fine pasto o anche all’ora della merenda
schiaccia all'uva