segni e sOgni (fatti in casa)

2 anni compiono il blog e le mie nuove amiche Instamamme e 2 anni compie Lei, la mia piccola Azzurra . Un mese speciale questo Gennaio. Un caso?

Non so se davvero son le stelle a guidare, se giusto seguire i segni e credere che dal cielo qualcuno ci osservi, ma di sicuro so che è divertente pensare che sia cOsì. Segni e Sogni sono alla base del mio modo di pensare, di immaginare, di sperare.

E in questa storia son tutti fatti di stelle Acquario e matita.

Come chi mi ha portata a questa collaborazione con Instainterni;

Come la prima persona a commissionarmi un quadro;

Come il segno artistico che fa della mia passione il mio lavoro; che mi ha portato a lavorare anche con i bambini, con le mamme,  con le Instamamme, col mio amato design.

Come lei il mio cuOre che in questo mese è arrivata (lo stesso giOrno della cuginetta, un anno dopo..) stravolgendomi tuttO, lavoro compreso. 

Avevamo faticato così tanto per averla, che poi abbiamo deciso di dedicarle il tempo che in qualche modo avevamo perso nel voler aspettare il momento, il lavoro e la situazione giusta. Il lavOro c’era ancora, per mia fortuna ho avuto modo di incontrare un datOre di lavoro speciale, che in realtà decise di assumermi incinta…avvertendomi che appena partorito avrei visto il tornare a lavoro diversamente da come lo vedevo allora…

E così è stato.  Non sarebbe stato facile riuscire a fare bene, come prima di diventare mamma, il lavoro in studio, soprattutto per gli orari che spesso divenivano flessibili per via di nuovi imprevisti progettuali…oppure non sarebbe stato così facile non riuscire dedicare del tempo a mia figlia come avrei voluto…

Per queste ragioni decisi (credere che sia più facile è sbagliato, ma sicuramente ha i suoi tornabenefici!) di provare a lavorare da casa pensando, che forse era un segno e che finalmente era arrivato il coraggio di portare avanti i miei sogni in modo autonomo, di crearmi il mio atelier a casa mia, un angolo privato dove realizzare le mie creazioni, inventare e disegnare. Il desiderio è di una scuola d’arte per bambini e nel frattempo ho cominciato a scrivere su questa rubrica, incontrando le Instamamme e dove tutto torna,  ritrovandomi  un po’designer e un po’ casalinga (a volte un po’ più una e altri periodi un po’ più l’altra) tra varie acrobazie, arrabbiandomi quando non ho ferie e malattia pagate, ma felicitandomi per piccoli sogni divenuti realtà, che magari non arricchiscono il portafoglio, ma il cuore si.

10 cavalletti in mansarda copia

Quando si decide di lavorare in casa il rischio è sempre quello di confondere un po’ il lavoro con il resto e di perdersi via a sbrigare altro, ecco perché è importante definire bene l’ambiente che ci servirà.

Ecco cosa serve per organizzare questo nOstro spazio se si vuole intraprendere una professione da casa. (un hobby, o semplicemente creare una craft room).

6 bn copia   16 studio copia 14 contenitori copia 5 ambiente luminoso copia 8 cestino in carta pane copia7 bacheca pinze copia

– Un angolo privato che sia il più possibile solo vostro. Sia nel caso si abbia a disposizione una stanza, che si debba recuperare dello spazio in qualche angolo della casa. Nella prima ipotesi, armatevi di energia positiva, eliminate i sensi di colpa del tipo e le cose che ci sono dentro? Sgomberate tutto, non è facile, ma non ve ne pentirete. Nuova professione, nuova stanza!…che può trovarsi sopra i tetti come nel mio caso, in una tavernetta o in una veranda o in un garage se necessario.

2 ciclofficina copia

In assenza di ambienti in più, nessun problema! Un angolo basterà, anzi sarà ancora più divertente crearlo. Sceglietevi una posizione romantica, magari vicino ad una finestra e possibilmente non vicino alla televisione. Anche il fondo del corridoio va benissimo, e tornerà davvero utile quando avrete bisogno o approfitterete della notte mentre tutti dormono.

4 orologio e tavolino antico copia

1 laboratorio sartoriale copia

Ovviamente tanto dipende dal tipo di occupazione da intraprendere, ma alcuni strumenti sono di base per tutti, in realtà non so perché, è un po’ uno stile, come la scarpetta del regista o la maglia a righe del pittore.

Di seguito un piccolo elenco degli elementi necessari per entrate nel pieno stile di chi lavora da casa.

– Il piano di lavoro, con la sedia, con le ruote è pratica, ma carinissime sono quelle di una volta, io ho due sgabelli, ma perché ho un tecnigrafo antico su quale appoggiarmi.

Sono principalmente 3 gli stili che si possono seguire: Lo stile magazzino, modaiolo, di recupero, inventando piani d’appoggio originali, magari anche con i bancali; Quello antico, che più preferisco, trova un vecchio scrittoio,  una scrivania classica o un tavolino shabbi chic e la suggestione giusta per trovare la concentrazione è fatta; Infine quello fashion, e li un tavolo in vetro fa già creativo e in carriera. Si può trovare dal cristallo al vetro temperato, come quelli Ikea belli ed economici. Ma anche un bel tavolone di design arricchisce tutta l’atmosfera.

17 tavolo in vetro copia

 

 13 giornalista copia

9 tecnigrafo e colori copia

Da abbinare:

– Cassetto, mensola, scaffali (o libreria) quelle in alluminio sono perfette per uno spazio laboratorio e quelle classiche per classificare progetti e volumi.

– Un tappeto che definisca lo spazio e lo arredi.

– Luci. Lampada grande e lampada da tavolo sono indispensabili.

– Cestino e scatoline porta tutto.

– Porta biro e strumenti necessari. Contenitori e scomparti per suddivisione materiale.

– Orologio, per avere il tempo sempre sotto controllo.

– Bacheca per appunti, progetti,  promemoria e spunti. Originali quelle fai da te, trovate dei supporti in compensato o legno e poi fissateci delle molle.

– Raccoglitori, per organizzare i lavori in corso, belli quelli da parete. L’organizzazione è alla base del lavoro in casa, che non deve diventare una nuova mansione casalinga, deve poter essere lasciato tutto in sospeso per gli imprevisti e poter essere ripreso con comodità.

– Cuffie per isolarsi. Potrebbero tornare utili nel caso il vostro spazio sia non troppo isolato.

– Tutto per l’annotazione, date e appuntamenti,  Post-it, agenda da tavolo, e planning.

– Cornici, foto, quadri e attestati o un portafortuna che ci guidi e che ci faccia sorridere.

15 dove raccogliere il materiale copiaQualche anno fa, durante il corso per  progettisti autocad, una docente, alla lezione motivazionale ci disse che mentre si lavora e si progetta è importante avere sotto gli occhi immagini legate ai nostri desideri, l’esercizio consisteva nel mettere insieme dei ritagli di giornale fino ad ottenere un poster, scegliendo immagini che ci rispecchiavano presente e fututo. Il mio lo tengo sotto la pellicola protettiva sul mio tavolo da lavoro, ogni tanto scorgo qualcosa ed è davvero utile e divertente. E se lo rifacessi adesso sarebbe tale e quale.

11 sogni e disegni copia

Buon compleanno Acquari del mio <3

Con affetto verOnicaelatempesta