Un Natale in famiglia…

…Ovvero, con i bambini alla scoperta dei mercatini natalizi del Trentino!

Quest’anno ci faremo un regalo. Ci regaleremo un’atmosfera diversa da quella che ha accompagnato i nostri ultimi Natali.
Ci regaleremo la festa, i colori, il freddo, la neve. Porteremo i nostri figli alla scoperta di un paesaggio diverso, più ovattato ma dalle mille suggestioni.
Insomma andremo in Trentino e ci faremo travolgere dalla magia dei mercatini di Natale!

L’idea è nata quasi per gioco, in un giorno ancora caldissimo, e subito dopo l’entusiasmo è arrivata la domanda scomoda: ok, e i bambini? Non si annoieranno mentre io o tu guardiamo le caratteristiche casette e scegliamo cosa comprare tra le tante cose bellissime e artigianali?

Allora ci siamo messi alla ricerca di posti, soluzioni e attrazioni che includessero anche loro, perché una vacanza è bella se tutti, proprio tutti, nella famiglia la ricordano come tale, no?

Ed ecco che ci si è aperto un mondo: al Muse di Trento, il Museo di Scienze Naturali, per esempio, sono previste speciali cacce al tesoro e c’è addirittura, in alcune date selezionate, la possibilità di fare la nanna al museo: sarà infatti possibile passare per i bambini passare la notte con la loro famiglia nel Muse e dormire tra i dinosauri e i nostri antenati preistorici (ok, facciamo finta solo per un istante che ci andremo solo per accompagnare i nostri figli… ;))
Ma non finisce qui!: nel caso in cui i Patati non avessero voglia di stare con noi, potranno passare una giornata alternativa insieme al personale qualificato di Tata Point! (bimbi contenti, mamma serena… cosaa volere di più?)
Per tutte le informazioni su ciò che potrete trovare a Trento, vi suggerisco questo link, io l’ho trovato utilissimo ed esaustivo!

mercatini di Trento

Altra meta che ci ha colpito è Rovereto, storica città legatissima al tema della pace (io per esempio non sapevo che la famosa campana in bronzo dai cento rintocchi, che ogni sera ricorda i caduti di tutte le guerre e porta un messaggio di fratellanza, è stata realizzata fondendo i cannoni della prima guerra mondiale… è stata una bella scoperta! ), che ci ha conquistato con il tema dei suoi mercatini: Natale dei Popoli-Verso un orizzonte di Pace.
Un messaggio di unità e di curiosità e rispetto delle altre culture, che porta ogni anno nelle piazze di questa città molti artigiani di diversi posti del mondo.
Un messaggio che mai come in questo momento mi sembra importante far entrare nel cuore e trasmettere ai nostri figli.
Proprio per questo, i Patati, oltre a poter ammirare il grandissimo Albero di Natale e i Presepi (sia quello tradizionale che quello meccani allestito dagli scout!), potranno ascoltare racconti e storie di altri popoli e scoprirne così le tradizioni, all’interno della Casetta del Natale.
Se volete saperne di più, trovate qualche informazione qui.

mercatino Natale dei Popoli rovereto

Più suggestive ci sono invece sembrate le proposte di due paesini della Valsugana: Levico Terme e Pergine.
A Levico Terme,per esempio, nel Parco degli Asburgo (dove sarà facile sentirsi una principessa, immagino!), tra alberi secolari e casette tradizionali, i Patatii potranno addirittura consegnare la loro letterina direttamente a Babbo Natale e magari tutti insieme potremmo concederci una bella corsa sulla sua slitta (trainata da cavalli però: pare che le renne siano rimaste in Lapponia!)! Inoltre nei finesettimana sono previste anche attività e laboratori presso il Villaggio degli Elfi (wow! Accetteranno anche le mamme?)

A Pergine, invece, il mercatino ha un suggestivo nome che da solo dice tutto: il Villaggio delle Meraviglie!
Narra infatti la leggenda, che gnomi, elfi e fate, nel periodo di Avvento, scendessero a valle per far dono ai bambini, in un colorato mercato, di giochi, decori, dolci e oggetti creati da loro, tra cori, giocolieri, ciaspolate, spettacoli e laboratori artigianali. Una leggenda che ancora oggi rivive, a più di 1200 anni di distanza, tra le vie di questo bellissimo paesino: che la magia sia con noi!
Anche in questo caso, ecco un link di approfondimento.

Una cosa che sicuramente piacerà moltissimo ai miei figli, sarà il Mercatino di Arco,dove tra una passeggiata e l’altra tra le vie del borgo medioevale, arrivati al Castello oltre alle tradizionali bancarelle potremmo assistere anche a spettacoli di trampolieri, fare giri in trenino, e soprattutto ammirare bolle di sapone giganti (immagino che dovrò divellerli a forza da lì, ad un certo punto… o forse saranno loro a dover trascinare via me?). Di sicuro, visto che per fortuna condividono con noi l’amore per gli animali, non mancheremo di andare coccolare e farci coccolare da un po’ caprette e asinelli! E se riusciamo ad organizzarci per il 7 dicembre, ci saranno anche i fuochi d’artificio!
Un vero e proprio Natale in Famiglia, quindi, come potete constatare anche qui attraverso il programma e le foto ;).

Ma i mercatini da vedere sono molti di più: come potrete scoprire facilmente qui ci sono tantissime proposte e cose interessanti da fare sia per noi adulti che per i bimbi!

Insomma il Trentino ci ha convinto, perché oltre ai classici mercatini di Natale, capaci di incantare e far innamorare più o meno chiunque, ci ha proposto un’organizzazione che non solo tiene conto dei bambini, ma addirittura in molte occasioni ne fa il punto focale, con tantissime iniziative!
E anche dal punto di vista delle varie sistemazioni, abbiamo trovato pacchetti decisamente interessanti: insomma abbiamo intenzione di goderci il relax già a partire dall’organizzazione ;), del resto, come abbiamo scritto ad un signore panciuto, barbuto e vestito di rosso, quest’anno siamo stati buoni e una coccola in famiglia ci sembra il regalo più bello da farci e fare ai nostri bimbi!