Vacanze in famiglia: 5 consigli per viaggiare green

  1. Viaggia leggero. Approfitta delle vacanze – e dei limiti di capienza del bagagliaio dell’auto o della cappelliera dell’aereo – per riscoprire insieme ai tuoi figli il gusto dell’essenziale. La felicità, d’altra parte, non ha bisogno di sette paia di sandali in tutti i colori dell’iride, un tablet per ogni membro della famiglia e un beauty case da viaggio taglia Clio Makeup.
  2. Piccolo è meglio. I colossali resort tutto incluso possono essere allettanti, ma spesso celano risvolti sociali e ambientali non troppo positivi. Dall’impatto enorme sul paesaggio allo spreco di cibo e altre risorse naturali, dall’eccessivo consumo energetico allo scarso ritorno economico per la popolazione locale, non sono quasi mai il massimo in termini di sostenibilità. Meglio preferire strutture ricettive piccole a conduzione familiare, che di solito consentono anche un incontro più autentico con la cultura del territorio.
  3. Scatena i sensi. Per i bambini (ma non solo) il viaggio rappresenta un’occasione insostituibile per scoprire i sapori della cucina locale, i profumi della natura e i colori del paesaggio. Esperienze che risvegliano il corpo e accendono la curiosità, contribuendo ad ampliare i propri orizzonti.
  4. La natura è il vero animatore. Niente in contrario sulla baby dance e sui tornei estivi di Play Station. Ma ha davvero senso viaggiare per centinaia di chilometri per poi proporre ai bambini le stesse attività che potrebbero tranquillamente fare a casa? Dai boschi alle fattorie, dalle grotte alle spiagge assolate, dai laghi ai prati di campagna, la natura offre infinite occasioni di svago di cui sarebbe bello approfittare per lo meno durante la villeggiatura.
  5. Fai una bella dieta tecnologica. Quale occasione migliore delle vacanze in famiglia per disintossicarci dall’eccesso di tecnologia? Stacchiamo gli occhi dal cellulare e puntiamoli in alto, verso lo scintillante firmamento delle notti estive. Non saranno solo i nostri figli a trarne giovamento.