Vivere la gravidanza e la maternità in Canada

Come si vive la maternità in Canada? Quali sono le agevolazioni per le donne in gravidanza e per le neomamme? E quali sono le differenze con le mamme italiane? In questo articolo della nostra mamma expat troverete tutte le risposte!

Dopo “quanto fa freddo?” una delle domande più frequenti che mi viene posta dalle mie amiche italiane è: “come funziona la maternità in Canada?”.

Ed io al momento, essendo al 7° mese della mia seconda gravidanza, sono preparatissima sull’argomento!

In Canada le famiglie sono incentivate ad avere figli per tradizione e per “popolare” il paese, la cui densità di popolazione è molto bassa rispetto alla vastità del territorio e le zone più densamente popolate sono quelle intorno all’area delle grandi metropoli; di conseguenza un solo figlio per nucleo famigliare è una situazione assai rara.

Ma quali sono gli aspetti che aiutano a conciliare lavoro e maternità? 

  •  Le neomamme lavoratrici hanno diritto a 15 settimane retribuite al 55% del salario. Qui esistono tre tipi di congedo dal lavoro: quello di maternità, quello di paternità e quello genitoriale che corrispondono ad altre 35 settimane di congedo retribuito. 
  • Gli asili (garderie) sono aperti dalle 7 del mattino alle 18.00 di sera e si occupano anche dei bimbi più piccoli, dai 3 mesi in su, nelle pupponiere. I costi sono molti interessanti, vanno dai 7 $ al giorno per un asilo pubblico e dai 30$ ai 60$ per quelli privati. Lo stato rimborsa fino al settantacinque per cento della spesa per gli asili privati nel caso in cui entrambi i genitori lavorino. Per questo motivo ci sono lunghe file di attesa per trovare posto negli asili, anche perché ogni classe è costituita al massimo da 7 bambini, per occuparsi del singolo bambino nel modo migliore.
  • I controlli in gravidanza, compresa un’eventuale amniocentesi e l’aiuto di una doula, sono coperti in parte dallo stato e dalla provincia di residenza per le mamme in possesso di assicurazione medica fatta sul lavoro.
  • Le attività extrascolastiche dei bambini (sport ed attività artistiche) sono incentivate ed hanno costi irrisori per corsi di hockey, nuoto, calcio…
  • Ogni quartiere presenta almeno uno o due parchi -playground- ben tenuti, dalla pulizia estrema nonché ben attrezzati con altalene, scivoli e altri giochi creativi. Qui le mamme possono portare i bimbi a giocare in tutta sicurezza.
  •  Esistono una moltitudine di corsi sportivi dedicati alle mamme in gravidanza e post gravidanza da praticare con i neonati, dallo yoga all’acquaticità, dallo sci di fondo ai corsi di massaggio passando per lo zumba, dalla cardiopoussette (ginnastica col passeggino) alla ginnastica dolce. Questi corsi sono organizzati sia dagli ospedali sia da strutture private, vi assicuro c’è solo l’imbarazzo della scelta.

Quanto precedentemente detto, anzi scritto, vale in linea generale, alcuni aspetti possono variare a seconda della provincia canadese in cui si vive.
Per esperienza personale posso aggiungere che gli orari degli appuntamenti per le visite ginecologiche o per gli esami di laboratorio in ospedale sono rispettati con una puntualità a volte disarmante; gli esiti degli esami vengono inviati direttamente per via telematica al ginecologo di riferimento e per ogni paziente esiste una cartella in memoria in un server disponibile in tutti i centri ospedalieri in caso di necessità. Il giorno precedente ad un appuntamento si viene contattati telefonicamente dalla segreteria del centro per confermare l’orario o per discutere di eventuali modifiche del suddetto.
Gli esami che si effettuano in gravidanza sono gli stessi che effettuiamo noi in Italia ma variano le modalità di esecuzione (per esempio per quanto riguarda la curva glicemica il prelievo ematico è singolo) ed è minore anche il numero di ecografie effettuate durante i nove mesi di gestazione

La gravidanza e la maternità vengono vissute come uno stato naturale ed in maniera molto rilassata, le mamme canadesi si fanno meno “paranoie” rispetto a noi anche per quanto riguarda l’alimentazione: non esiste un’attenzione maniacale al lavaggio di frutta verdura con bicarbonato o simili, inoltre fanno anche meno attenzione alla dieta. Ciò non vuol dire che siano migliori di noi, semplicemente il loro approccio alla gravidanza è diverso.

E vivendo all’estero si impara a comprendere le differenze senza giudicare.