Week end con la nonna

Prendi 10 ragazzini, una nonna (ovviamente!), una casa nel bosco, mostri e tante altre stranezze, mescola il tutto e avrai un libro che racconta avventure pazzesche, atti di coraggio e tante ma tante risate.

I nonni sono patrimonio dell’umanità, è il caso di dirlo.
Per ognuno di noi i ricordi più belli, sono quelli che vedono protagonisti i nonni. Per un bambino, trascorrere del tempo con i nonni è crescita, insegnamento e anche divertimento.

Di certo il week end che i nipotini di Week end con la nonna trascorrono, è tanto insolito quanto divertente. Se state pensando ad un fine settimana fatto di torte fatte in casa, di lezioni di ricamo e di soap opera viste in tv siete molto lontani dalla realtà.

Il racconto è diviso in venerdì, sabato e domenica. Tre giorni che possono sembrare lunghi ma, che in realtà trascorrono in fretta quando si sta bene. La nonnina del racconto è tutt’altro che convenzionale. Va a prendere i nipoti alla stazione su di un pulmino sgangherato che guida a tutta birra, accelerando nelle pozzanghere e sgommando ogni due per tre.

Le giornate sono scandite da storie di paura prima di andare a letto, da bagni nella tinozza con il tubo dell’acqua, da colazioni improbabili piuttosto che da gite nel bosco degli alberi storti. L’ultimo giorno si arriva fino alla tomba del nonno, al quale si raccontano le novità e le prodezze di ogni nipote, per poi concludere la giornata con un buonissimo gelato.

Il tempo che questi nipotini trascorrono con la nonna è un tempo di qualità, la vedono poco, trascorrono insieme un week end all’anno ma, è sufficiente a tutti per sperimentare la libertà, la condivisione, la complicità.

L’insolito week end è un racconto che farà ridere di gusto i nostri figli e insegnerà loro l’importanza di godere di un tempo dedicato a ciò che piace e fa stare bene insieme ad una persona cara, come possono essere solo i nonni.

La grafica è accattivante. La scrittura è divertente.

Titolo del libro: Week end con la nonna

Autore: Stefan Boonen

Illustratore: Melvin

Editore: Sinnos

Target: dai 5 anni

Ci piace perché: è una storia che ci parla di un rapporto inimitabile come quello tra nonni e nipoti. Un rapporto fatto si di insegnamento, ma anche di leggerezza e divertimento.

Lo consigliamo perché: è un libro che celebra il valore delle piccole trasgressioni e del senso di famiglia.

La frase che ci ha colpito : “E alla fine ci siamo. La nonna dice che le manchiamo già adesso, quando ci siamo ancora. Ma la nonna è fatta così. Noi siamo fatti così.”