10 cose + 1 da fare prima dei 40

Avete presente quella sensazione di ineluttabilità che provate quando state scivolando e siete perfettamente coscienti che non riuscirete a fermarvi in tempo?
Ecco, è più o meno quello che provo io quando mi rendo conto che sono ormai decisamente vicina ai 40.
Che poi non me li sento gli anni eh, e forse neanche mi si vedono addosso, ma prima o poi arriveranno come un tir in contromano, lo sento.

Quindi ecco che solennemente annuncio i miei propositi da ancora –enta, prima di crollare nel burrone indefinito degli –anta. 🙂 (tra un anno vedremo cosa ho mantenuto e cosa no 😀 )

1. Andare in un posto freddo.
Ho detto freddo? Intendevo freddissimo. Per dire: il Trentino non è freddo, Stoccolma sì. Il Quebec ancora meglio.
Il perché non mi sembra necessario spiegarvelo.

2. Fare un corso di cucina
Alla soglia dell’età matura potrebbe essere finalmente il caso di imparare a tagliare la cipolla senza il terrore di affettarsi le mani, e magari anche di coniugare la fantasia (che non manca) con qualche tecnica (che invece manca del tutto). Così forse darei anche un senso ai mille libri di cucina che affollano la mia libreria 😉

3. Imparare una lingua
ma impararla per bene: scritto e parlato. E no, il maremmano stretto non vale, e neanche il romano de trastevere. Ci sarebbe un inglese da rispolverare e un francese da approfondire. Il risultato è che, ancora, l’unica lingua che parlo bene è l’italiano, che di questi tempi non è esattamente poco ma all’estero serve quanto il due di picche quando regna bastoni.

4. Tornare a cantare
ovvero esercitare le corde vocali in qualcosa di diverso dagli urli belluini che tiro fuori quando i miei figli mi esasperano. Visto che ci sono potrei trovare una scuola di canto anche per loro, sai mai. Magari scopro pure che con l’età ho acquisito le note basse, una svolta.

5. Imparare a nuotare
ecco, l’ho detto, ho fatto outing. Non solo non so nuotare, ma ho anche abbastanza paura dell’acqua. Ho fatto moltissimi progressi e faccio acquagym anche in acqua alta, ma se una goccia mi va sulla faccia sono una donna morta, letteralmente: affogo.
Vengo ovviamente perculata dai miei figli senza ritegno, per questo. Son soddisfazioni.

6. Imparare a truccarmi
decentemente. Che io quell’occhio sfumato fighissimo che si vede nei social non me lo so fare in nessuna maniera e sembro un panda in libertà. Imparare a farmi da sola lo smalto semipermanente poi sarebbe la svolta cosmica, per me e per il mio portafoglio. Insomma posso farcela. Forse. Accetto consigli.

7. Farmi le meches rosa.
del resto ciò che a 20 anni è figo e a 30 è una simpatica stravaganza, dopo i 40 diventa ridicolo e rischi di essere tu quella che da ventenne perculavi dicendo “arrendete, signò”. Quindi direi che se voglio togliermi lo sfizio delle ciocche rosa confetto devo un filo sbrigarmi.

8. Farmi un tatuaggio
cioè, un altro. Per sigillare una tappa evolutiva, la mia Africa.
Devo capire giusto dove (e la domanda, in odor di quarant’anni è lecita: la gravità non perdona eh!) e cosa nello specifico.

9. perdere peso
ovvero rientrare in una taglia che non sia imbarazzante da nominare e trovare vestiti in negozi normali. Tornare ad essere quella di 10 anni fa, pre figli, sarebbe già un buon inizio. Attualmente potrei diventarlo velocemente giusto se passassi vicino ad una sega a nastro accesa, quindi ci sarà da sudare (letteralmente).

10. insegnare ai miei figli l’ordine
e no, non voglio dei Lord. Vorrei solo avere una casa che non sembri ci sia esplosa dentro una bomba, ché oltretutto ormai l’età dei pargoli non giustifica che il soggiorno sia una sala giochi. Già solo ad ottenere il confinamento del casino nella loro camera, mi sentirei una signora. Accetto consigli, manuali, istitutrici inglesi, qualunque cosa: sono alla canna del gas, sull’argomento.

Jolly. Fare il terzo figlio
questa non la commento, voglio solo la standing ovation, per favore.
Nel frattempo, in sottofondo, risata isterica del Marito Paziente.

 

E voi? Quali sono i vostri propositi a lungo-medio termine?